29 Dic 2017
LESIONI DEL MENISCO
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 29 Dicembre 2017

Lesioni meniscali

Le lacerazioni del menisco sono le più comuni lesioni al ginocchio.

Gli atleti, in particolare quelli che praticano sport di contatto, sono a rischio di lesioni meniscali. Tuttavia chiunque, a qualsiasi età, può avere una rottura del menisco. Quando le persone parlano di cartilagine lacerata nel ginocchio, di solito si riferiscono a un menisco fissurato.

Anatomia

Tre ossa si incontrano per formare l'articolazione del ginocchio: il femore, la tibia e la rotula (patella).
Due strutture cartilaginee a forma di cuneo fungono da "ammortizzatori" tra il femore e la tibia. Esse sono chiamate menischi, che sono resistenti e gommosi, per favorire l'ammortizzazione dell’articolazione e mantenerla stabile.

 

menisco-1          menisco-06
Normale anatomia del ginocchio. I menischi sono due dischi gommosi che aiutano ad ammortizzare l'articolazione del ginocchio.

Descrizione

Il menisco si rompe in modi diversi. Le rotture si classificano in base al loro aspetto, ed anche in base alla porzione di menisco che è interessata.

menisco 07

Le lesioni del menisco legate allo sport si verificano frequentemente assieme ad altre lesioni del ginocchio, come la rottura del legamento crociato anteriore.

Causa

Durante lo sport si riscontrano spesso improvvise lesioni del menisco. I giocatori possono accovacciarsi e torcere il ginocchio, causando una fissurazione. A volte il contatto diretto, come un placcaggio, è la causa.

Le persone anziane hanno maggiori probabilità di avere lesioni degenerative del menisco. Nel tempo la cartilagine si indebolisce e si assottiglia; il tessuto invecchiato e consumato, è più incline alle lesioni. Se i menischi si sono indeboliti con l'età, una strana torsione, ad es. quando ci si alza da una sedia, può essere sufficiente per causare una lesione.

Sintomi

Quando si rompe un menisco potrebbe essere udito un "pop". La maggior parte delle persone può ancora camminare sul ginocchio ferito e, con una lesione, molti atleti continuano a giocare. Però dopo 2 o 3 giorni, il ginocchio diventerà gradualmente più rigido e gonfio.

I sintomi più comuni della rottura del menisco sono:
  • dolore;
  • rigidità e gonfiore;
  • blocco del ginocchio;
  • sensazione di cedevolezza del ginocchio;
  • impossibilità di muovere il ginocchio attraverso il suo range completo di movimento.

Senza trattamento, un pezzo di menisco può staccarsi e andare alla deriva nell'articolazione. Ciò può peggiorare la situazione.

Esame medico

Esame fisico e anamnesi del paziente

Dopo aver descritto i sintomi e l'anamnesi, il medico esaminerà il ginocchio. Palperà il ginocchio nella sede del menisco per valutare la consistenza dei tessuti.

Il test di McMurray è uno dei test principali per individuare le lesioni meniscali. Il medico dapprima piegherà il ginocchio, quindi lo raddrizzerà e lo ruoterà. Questa manovra applica una tensione su un menisco che, in presenza di una lesione, causerà un rumore simile ad un clic. Il ginocchio farà clic ogni volta che il medico eseguirà il test.

Test per immagini

Poiché altri infortuni al ginocchio causano sintomi simili, il medico può ordinare un test per immagini per confermare la diagnosi.

Radiografie. Sebbene i raggi X non mostrino gli strappi del menisco, possono però mostrare altre cause di dolore al ginocchio, come l'artrosi.

Risonanza magnetica (MRI). Questo studio può fornire immagini migliori dei tessuti molli dell'articolazione del ginocchio, come il menisco.

Trattamento

Come il chirurgo ortopedico tratterà la lesione dipenderà dal tipo, dalle dimensioni e dalla posizione.

Il terzo  esterno del menisco presenta un ricco apporto di sangue. Una lacerazione in questa zona "rossa" può guarire da sola o spesso può essere riparata con un intervento chirurgico. Uno strappo longitudinale è un esempio di questo tipo.

Al contrario, i due terzi interni del menisco non presentano un apporto di sangue. Senza sostanze nutritive dal sangue, le rotture in questa zona "bianca" non possono guarire. Queste lesioni complesse sono spesso nella cartilagine sottile e consumata. Poiché i pezzi non riescono a ricrescere insieme, le rotture in queste zone sono di solito riparate chirurgicamente.

Assieme al tipo di lesione che si presenta, altri fattori che influenzeranno il piano terapeutico sono l'età, il livello di attività e la presenza di altre lesioni concomitanti.

Trattamento non chirurgico

Se la lesione è piccola e si trova sul bordo esterno del menisco, potrebbe non essere richiesta una riparazione chirurgica. Finché i sintomi non persistono e il ginocchio è stabile, il trattamento non chirurgico può essere tutto ciò di cui si abbisogna.

RICE. Il protocollo RICE è efficace per la maggior parte degli infortuni sportivi. RICE sta per Rest, Ice, Compression e Elevation (N.d.r.: Riposo, ghiaccio, compressione, elevazione).
  • Riposo. Prendersi una pausa dall'attività che ha causato la ferita. Il medico può raccomandare di usare le stampelle per evitare di appoggiare peso sulla gamba.
  • Ghiaccio. Usare impacchi freddi per 20 minuti alla volta, più volte al giorno. Non applicare il ghiaccio direttamente sulla pelle.
  • Compressione. Per prevenire ulteriori gonfiori e perdite di sangue, indossare una fascia elastica di compressione.
  • Elevazione. Per ridurre il gonfiore, adagiarsi, quando si riposa, e mettere la gamba più in alto del cuore.
  • Farmaci anti-infiammatori non steroidei. Farmaci come l'aspirina e l'ibuprofene riducono il dolore ed il gonfiore.

Trattamento chirurgico

Se i sintomi persistono dopo un trattamento non chirurgico, il medico può suggerire un intervento chirurgico artroscopico.

Procedura. L'artroscopia del ginocchio è una delle procedure chirurgiche più comunemente eseguite. Una telecamera miniaturizzata è inserita attraverso una piccola incisione (portale). Ciò consente una visione chiara dell'interno del ginocchio. Il chirurgo ortopedico inserisce gli strumenti chirurgici miniaturizzati attraverso altri portali, per tagliare o riparare la rottura.
menisco 04L’illustrazione e la fotografia mostrano una fotocamera e gli strumenti, inseriti attraverso i portali di un ginocchio.

  • Meniscectomia parziale. In questa procedura, il tessuto del menisco danneggiato è tagliato e asportato.
  • Riparazione del menisco. Alcune rotture del menisco possono essere riparate suturando (cucendo) insieme i pezzi strappati. Se uno strappo può essere trattato con successo con la riparazione, dipende dal tipo di lesione, nonché delle condizioni generali del menisco ferito. Poiché i menischi devono guarire insieme, il tempo di recupero per una riparazione è molto più lungo rispetto a una meniscectomia.

menisco 05(Sinistra): primo piano della meniscectomia parziale. (Destra): menisco lacerato riparato con punti di sutura.

Una volta completata la guarigione iniziale, il medico prescriverà esercizi di riabilitazione. È necessario un allenamento regolare per ripristinare la mobilità e la forza del ginocchio. Iniziare con esercizi per migliorare il range di movimento. Gli esercizi di rafforzamento saranno gradualmente aggiunti nel piano di riabilitazione.

La maggior parte della riabilitazione può essere effettuata a casa, sebbene il medico possa raccomandare la terapia fisica. Il tempo di riabilitazione per una riparazione del menisco è di circa 3 mesi. Una meniscectomia richiede meno tempo per la guarigione, circa 3 o 4 settimane.

Recupero

Gli strappi del menisco sono lesioni al ginocchio estremamente comuni. Con corretta diagnosi, trattamento e riabilitazione, i pazienti tornano spesso alle loro attività pre-infortunio.

da American Academy of Orthopaedic Surgeons

Articolo correlato
IL GINOCCHIO (IN BREVE)

 



Tratto da: https://orthoinfo.aaos.org/en/diseases--conditions/meniscus-tears/


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o la trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.