31 Gen 2019
MENISCO - RIPARAZIONE CHIRURGICA
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 31 Gennaio 2019

Riparazione chirurgica della rottura del menisco

A seguito di una diagnosi di lesione del menisco, è necessario prendere una decisione sul suo trattamento.

gif surgery meniscusLauren Shavell / Design Pics / Getty Images

Molte lesioni meniscali, in particolare lesioni croniche, possono essere trattate senza intervento chirurgico.
I trattamenti non chirurgici possono includere:
  • fisioterapia;
  • esercizi di rafforzamento;
  • farmaci anti-infiammatori;
  • iniezioni di cortisone.

Tuttavia, alcune lesioni del menisco possono richiedere un intervento operatorio.

Perché può essere necessaria la riparazione del menisco 

Il chirurgo può suggerire una riparazione del menisco come possibile opzione di trattamento per la cartilagine danneggiata o rotta.

Anni fa, se un paziente aveva la cartilagine rotta ed era richiesto l'intervento chirurgico, l'intero menisco era asportato. Questi pazienti dopo l'intervento, in realtà, stavano abbastanza bene. Però, il problema era che, nel tempo, la cartilagine alle estremità dell'osso si consumava più rapidamente. Si ritiene che ciò sia dovuto alla perdita dell'effetto ammortizzante, ed alla ridotta stabilità dell'articolazione del ginocchio, che si osserva dopo la rimozione del menisco.

Quando la chirurgia artroscopica divenne più popolare, molti chirurghi eseguirono la rimozione parziale del menisco - chiamata meniscectomia parziale. Questa è eseguita per rimuovere solo la parte lesionata del menisco. Funziona molto bene sia nel breve, sia nel lungo periodo, solamente se la lesione meniscale è relativamente piccola. Ma per alcune grandi lesioni del menisco, ne viene rimossa una parte copsicua, così che i problemi possono di nuovo presentarsi in futuro.

Chi ha bisogno di riparazione?

Le lesioni del menisco che causano i cosiddetti "sintomi meccanici" tendono a rispondere meglio al trattamento chirurgico.

Un sintomo meccanico è causato dal menisco che fisicamente impedisce il normale movimento del ginocchio.
I comuni "sintomi meccanici" includono:
  • blocco del ginocchio (incapacità di piegarlo);
  • incapacità di raddrizzare completamente il ginocchio;
  • sensazione o rumore di schiocco o un clic sonoro.

In sala operatoria, il chirurgo ha due opzioni principali: rimuovere la parte lesionata del menisco (meniscectomia parziale) o eseguire una riparazione del menisco, per posizionare insieme i bordi, con punti di sutura o puntine.

La riparazione del menisco è migliore?

Il menisco è un pezzo circolare di cartilagine con il suo apporto di sangue proveniente dal bordo esterno. Affinché la riparazione del menisco possa avvenire, la lesione deve essere vicina a questo bordo esterno, in un'area che presenti una buona irrorazione sanguigna (i nutrienti dai vasi sanguigni sono necessari per la guarigione) - questa è la cosiddetta regione rossa (vascolarizzata)-bianca (non vascolarizzata) del menisco [N.d.r.: guarda il video di lato da 2:30 - Red = rossa; White= bianca].

Le lesioni nella porzione centrale del menisco non guariscono anche se viene eseguita la riparazione. Questa parte non vascolare del menisco non ha un apporto di sangue e alla vista sembra bianca, e quindi le lesioni in questa zona meniscale non sono riparabili. Queste lesioni centrali saranno rimosse dal chirurgo. Tuttavia, sembra che gli studi dimostrino che se una riparazione del menisco è possibile, l'esito a lungo termine sia migliore per il paziente, a causa del diminuito rischio di contrarre l’artrosi in età avanzata.

Esecuzione dell'intervento

Le tecniche di riparazione in artroscopia del menisco comprendono l'uso di punti metallici o sutura dei bordi strappati. Entrambe le procedure funzionano riavvicinando i bordi strappati del menisco, per consentire loro di guarire nella posizione corretta, e non rimanere intrappolati nel ginocchio causando i sintomi descritti precedentemente.

Il successo di una riparazione del menisco dipende principalmente da due fattori. In primo luogo, se la riparazione del menisco è tentata su una lesione nella porzione centrale della cartilagine (dove l'afflusso di sangue è scarso), è probabile che fallisca. Secondo, i pazienti devono essere disponibili ad eseguire la riabilitazione post operatoria dopo la riparazione meniscale.

Se la riparazione del menisco fallisce (cioè il menisco riparato non guarisce), cosa che si verifica nel 20-40% dei casi, un secondo intervento chirurgico può essere necessario per rimuovere il menisco riparato.

Riabilitazione dopo la riparazione

La riabilitazione dopo l'intervento di riparazione del menisco richiede maggior tempo rispetto alla riabilitazione dopo una meniscectomia parziale (intervento chirurgico per la rimozione della parte lesionata del menisco).

Poiché è necessario consentire la guarigione del menisco lacerato, alcune attività devono essere limitate per evitare di sottoporre a eccessivo stress il menisco in guarigione.

In particolare, la flessione profonda (piegatura) del ginocchio deve essere evitata poiché è noto che questo movimento esercita forti sollecitazioni sul menisco riparato. Per questo motivo, la maggior parte dei pazienti sottoposti a chirurgia per la riparazione del menisco devono indossare un tutore per diversi mesi dopo la procedura.

Updated December 26, 2018
 
 

Riferimenti
     Laible C, et al. "Meniscal Repair" J Am Acad Orthop Surg April 2013 vol. 21 no. 4 204-213


Articoli correlati
LESIONI DEL MENISCO 
LESIONI DEL MENISCO E 'SINTOMI MECCANICI' - UNA QUESTIONE IRRISOLTA
MOLTI INTERVENTI DI CHIRURGIA ORTOPEDICA SONO INUTILI
IL GINOCCHIO (IN BREVE) 
LESIONE AL GINOCCHIO? FORSE IL NASO PUO' AIUTARTI A GUARIRE
LESIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE (ACL)  



Tratto da: https://www.verywell.com/meniscus-repair-2548671


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.