21 Set 2019
I MARATONETI DIVENTANO PIÙ VELOCI O SONO LE SCARPE?
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 21 Settembre 2019

I maratoneti diventano più veloci o sono le scarpe?

Riportare in grafico i 100 migliori tempi della maratona degli ultimi dieci anni mostra che il record mondiale di Eliud Kipchoge è una grande eccezione. La domanda è: perché?

eliud kipchoge marathon nikesNel bene o nel male, per i fan della corsa, è una delle più grandi domande del 2018: è stato Eliud, o erano le scarpe? Il pazzo record mondiale della maratona di Eliud Kipchoge di 2:01:39, alla Maratona di Berlino di settembre, lo ha reso l'uomo più veloce della storia di oltre un minuto. Ma calzava le controverse scarpe Vaporfly della Nike, introdotte lo scorso anno, che presentano uno spesso strato di schiuma e una lamina sagomata in fibra di carbonio che, secondo quanto riferito, rendono i corridori, in media, il quattro percento più efficienti. Quindi Kipchoge è davvero più veloce dei precedenti detentori del record?

Non c'è una risposta semplice a questa domanda. Ma un modo per pensarci è chiedersi quali sono le tendenze nella maratona. In generale i tempi sono sempre più veloci? Anche se solo una minima parte dei maratoneti d'élite - ad esempio un quarto di loro - indossano le nuove super-scarpe, allora quei corridori scavalcheranno i corridori non Nike e li relegheranno più in basso nelle classifiche. Ciò dovrebbe produrre un effetto a catena che rende il 10° o il 50° o il 100° maratoneta più veloce dell'anno rispetto agli anni precedenti, indipendentemente dalla scarpa indossata.

Con questo in mente, ho tracciato i tempi dei migliori 100 maratoneti, uomini e donne, di ogni anno, degli ultimi dieci anni, attingendo ai dati della IAAF, includendo solo il miglior tempo per ogni corridore. Tieni presente che il 2018 non è ancora terminato, quindi è ancora teoricamente possibile che alcune nuove performance possano entrare nella top 100 (i dati risalgono al 10 dicembre).

Ecco i dati degli uomini [N.d.r.: in forma più interpretabile (poi clicca sulla figura visualizzata a destra)]:
eliud kipchoge marathon ranking m(Alex Hutchinson)

E quello delle donne [N.d.r.: in forma più interpretabile (poi clicca sulla figura visualizzata a sinistra)]:
eliud kipchoge marathon ranking f(Alex Hutchinson)
Vaporfly prototypes (early 2016) = prototipo Vaporfly (inizio 2016)
Vaporfly on sale (July 2017) = Vaporfly in vendita (luglio 2017)

L’apparire dei primi prototipi di Vaporfly, all'inizio del 2016, o la loro versione definitiva nel luglio 2017, piegano il tracciato? Certo, questi tracciati sono fondamentalmente test di Rorschach glorificati: tu (ed io) possiamo vedere tutto ciò che vogliamo in loro. Ma ci sono alcune cose che vale la pena di notare.

Osservando gli andamenti generali (in contrasto con le grandi variazioni nei primi pochi individui), non c'è dubbio che il 2018 è più veloce del 2017, che a sua volta è stato più veloce del 2016. Ma i miglioramenti non sono notevolmente più grandi delle fluttuazioni annue delle prestazioni negli anni precedenti.

In effetti, la caratteristica più ovvia presente nei dati, sia degli uomini, sia delle donne, è un costante miglioramento che porta ad un picco [N.d.r.: negativo ≡ tempi inferiori] nel 2012, seguito da alcuni anni di performance in declino. Poi le cose ricominciano a migliorare tra il 2014 e il 2016 (a seconda di dove guardi), e portano alla serie attuale di miglioramenti. Cos’è successo nel 2012? Non ne sono sicuro. Ho chiesto ad alcuni amici esperti di running, ma non sono riusciti a raggiungere alcun consenso. È vero che il 2012 è stato un anno olimpico, che generalmente tira fuori il meglio delle persone. Ma il medesimo picco non si manifesta nel 2016. La mia teoria principale, mi spiace molto a dirlo, è che il 2012 è stato il momento in cui i primi positivi al doping, sotto il nuovo passaporto biologico della IAAF, hanno iniziato a manifestarsi. Forse ciò ha portato ad un successivo raffreddamento delle prestazioni, almeno temporaneamente.

Il miglioramento generale delle prestazioni nel 2018 è sufficiente per far suonare un campanello d'allarme? Per fare un paragone, ho analizzato dati top-100 simili per un evento di nuoto (ho scelto i 100 m stile libero maschile). I risultati del nuoto sono stati notoriamente distorti dall'introduzione, all'inizio del 2008, di tute tessili ultraveloci come LZR di Speedo; queste tute furono bandite dal 2010 in poi. Ecco come appaiono questi dati, attingendo alle classifiche ufficiali della FINA:
eliud kipchoge marathon ranking sw(Alex Hutchinson)
Speed LZR introduced Feb.2008 = introduzione tute LZR feb. 2008
Tech suit banned Jan. 2010 = tute tecniche bandite gen. 2010

Tengo a ribadire che non sono fiducioso della completezza delle classifiche dei primi anni. Il sito web della FINA mostra le classifiche dal 2008 in poi, ma i dati precedenti sono disponibili in forma archiviata. Quindi alcuni dei miglioramenti apparenti tra il 2005 e il 2008, in particolare al di fuori delle prestazioni più elevate, potrebbero semplicemente essere il risultato di dati più completi. Detto questo, il costume LZR non è emerso dal nulla: c'è stato un costante miglioramento nella tecnologia dei costumi da bagno che ha portato al grande calo nel 2008 e nel 2009.

È inequivocabile che nel 2010, l'introduzione di nuove regole sui costumi da bagno, ha comportato un rallentamento generalizzato. A quel tempo, molti commentatori (incluso il sottoscritto) hanno dibattuto sulla prospettiva che i record di nuoto non sarebbero mai stati più infranti, grazie agli effetti distorsivi introdotti dai costumi ora vietati. Curiosamente, non è quello che è successo. Nel complesso, le prime 100 prestazioni sono più veloci di quelle del 2009. Dei 20 record mondiali maschili ufficiali, otto sono stati ottenuti dopo il 2010; 16 dei 20 record delle donne sono post-2010. Ci sono molte possibili spiegazioni, come giravolte in vasca più veloci e piscine iper-ottimizzate. Regolamentare i costumi da bagno non ha fermato la marcia assistita dal progresso tecnologico nel nuoto; né ha distrutto lo sport.

Ci sono alcune differenze chiave tra il nuoto e la corsa, in particolare nel ruolo di trascinamento subacqueo, e la conseguente importanza dei sottili cambiamenti nella tecnica. I record nel nuoto sono sempre diminuiti più frequentemente rispetto ai record nella corsa. Ma c'è un punto che spicca nel grafico delle classifiche di nuoto. Nel 2008 e nel 2009, tutti sembravano più veloci. I migliori nuotatori non erano più avanti rispetto ai loro concorrenti rispetto a prima o dopo.

Al contrario, dai un'occhiata al punto in cui il nuovo record mondiale di Kipchoge si trova nel grafico della maratona. È fuori dalla vista rispetto ai suoi concorrenti. Molti top runner indossano le Vaporfly. Nel 2017, questi corridori hanno conquistato 19 dei 36 posti del podio nelle sei World Marathon Majors. Ma nessuno di loro è vicino a Kipchoge. Quindi, non può essere tutto merito della scarpa.

La maratona, ovviamente, è straordinariamente impegnativa. Il record di Kipchoge nella corsa è stata la sua quinta maratona ufficiale con la Vaporfly, ma la prima in cui la forma atletica, il percorso e le condizioni meteorologiche si sono unite per dargli l'opportunità di infrangere il record. Forse ci sono altri corridori che seguiranno Kipchoge in 2:01 o almeno 2:02 quando le stelle si allineeranno per loro, e così facendo dimostreranno che la sua corsa a Berlino non è stata così speciale come sembrava. Dopo tutto, entro la fine del 2016, prima del rilascio della Vaporfly, 31 uomini avevano corso in 2:04:59 o anche al di sotto. Se la Vaporfly altera davvero le prestazioni di diversi punti percentuali, presto dovremmo vedere qualcuno che minaccia il record di Kipchoge.

La domanda difficile è se possiamo permetterci di aspettare. Se, in cinque anni, una mezza dozzina di uomini che calzano tutti la Vaporfly corrono in 2:01, avremo la risposta. Ma a quel punto potrebbe essere troppo tardi, se non lo è già, per convincere le autorità a regolamentare la tecnologia delle scarpe.

hutchinson   
  
  Alex Hutchinson - 14 dicembre 2018

 

Questo non è un articolo pubblicitario. Non vendiamo il prodotto menzionato e non siamo pagati
per 
indirizzarti ad un sito che lo fa.


Altri articoli correlati
SCARPE DA CORSA
MARATONA



Tratto da: https://www.outsideonline.com/2375581/elite-marathon-data-nike-vaporflys-eluid-kipchoge


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.