26 Mar 2020
LA CLOROCHINA PUÒ TRATTARE IL CORONAVIRUS?
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 26 Marzo 2020

La clorochina può trattare il coronavirus?

Risposte a cinque domande su un promettente, problematico e non provato uso di un farmaco antimalarico.

Un uomo dell'Arizona è morto e sua moglie è stata ricoverata in ospedale, dopo aver assunto una forma di clorochina, che il presidente Trump ha propagandato come trattamento efficace per la COVID-19. La coppia ha deciso autonomamente di auto-medicarsi con clorochina fosfato, che avevano a portata di mano per uccidere i parassiti nei loro pesci, dopo aver sentito il presidente descrivere il farmaco come un "punto di svolta".
gif clorochinaUn dipendente di Nantong, Cina, controlla la produzione di clorochina fosfato, un vecchio farmaco per il trattamento della malaria. (Feature China / Barcroft Media via Getty Images)
Il dottor Anthony Fauci, capo dell'Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive del NIH, ha corretto rapidamente la dichiarazione, spiegando che i commenti di Trump erano basati su aneddoti e non su uno studio clinico controllato.

Sono un chimico farmaceutico specializzato nella scoperta e nello sviluppo di farmaci antivirali e, da sette anni, lavoro attivamente sui coronavirus.

Tuttavia, poiché sono uno scienziato e mi occupo di fatti e di medicina basata sull'evidenza, sono preoccupato per le affermazioni che il presidente ha fatto riguardo all'uso della clorochina, o la strettamente correlata idrossiclorochina, entrambi farmaci antimalarici, come cura per la COVID- 19. Quindi esaminiamo i fatti.

Cosa sono la clorochina e l'idrossiclorochina?

Sono entrambi farmaci antimalarici, approvati dalla FDA, che sono stati in uso per molti anni. La clorochina è stata originariamente sviluppata nel 1934 presso la società farmaceutica Bayer e utilizzata nella Seconda guerra mondiale per prevenire la malaria.

Sia la clorochina, sia l'idrossiclorochina, sono utilizzate anche per il trattamento dell'artrite reumatoide e del lupus, sebbene la FDA non abbia approvato il suo uso per queste condizioni.

Cosa ha scatenato il discorso secondo cui questo farmaco potrebbe funzionare?

Dopo lo scoppio iniziale della MERS, nel 2012, gli scienziati hanno vagliato in modo randomizzato, migliaia di farmaci approvati per identificarne uno che avrebbe potuto bloccare questa infezione. Numerosi farmaci, tra cui la clorochina, hanno mostrato la capacità di bloccare i coronavirus dall'infezione delle cellule in vitro. Ma questi farmaci non sono stati ulteriormente considerati perché, alla fine, non hanno mostrato abbastanza attività.

Quando è apparso il nuovo coronavirus, molti farmaci che avevano mostrato qualche iniziale promessa contro i coronavirus correlati, MERS e SARS, erano in cima alla lista come meritevoli di ulteriori valutazioni di possibili trattamenti.

Quindi la scienza è reale, e numerosi laboratori in tutto il mondo stanno attualmente studiando questi farmaci, testandoli in studi clinici negli Stati Uniti, in Francia e in Cina [N.d.r.: in particolare, quest'ultimo studio, è stato pesantemente criticato da persone qualificate, con argomentazioni inoppugnabili, e definito spazzaturaQueste le critiche mosse.] Ma finora, non vi è consenso sul fatto che i farmaci siano sicuri ed efficaci per il trattamento della COVID-19, poiché il processo di test è ancora agli inizi.

Perché i farmaci antimalarici dovrebbero funzionare su un virus?

Non è ancora chiaro come le clorochine (o qualsiasi farmaco antimalarico) funzionerebbero contro la COVID-19, che è un virus. La malaria è causata da parassiti Plasmodium che si diffondono dalle zanzare, mentre la COVID-19 è causata dal virus SARS-CoV-2.

Le infezioni virali e le infezioni parassitarie sono molto diverse, quindi gli scienziati non si aspetterebbero che ciò che funziona per l'uno funzioni anche per l'altro. È stato suggerito che le clorochine possano modificare l'acidità sulla superficie della cellula, impedendo così al virus di infettarla.

È anche possibile che le clorochine aiutino ad attivare la risposta immunitaria. Uno studio appena pubblicato ha testato l'idrossiclorochina in combinazione con un farmaco antibatterico (azitromicina), che ha funzionato meglio, per fermare la diffusione dell'infezione rispetto alla sola idrossiclorochina. Tuttavia, è solo uno studio preliminare condotto su un gruppo di test limitato.

Altri medicinali mostrano promesse?

Per quanto ne sappia, nessun altro farmaco antimalarico ha mostrato alcuna attività significativa contro il trattamento dei coronavirus. Tuttavia, un altro potenziale farmaco è salito alla ribalta. Il Remdesivir, sviluppato da Gilead Pharmaceuticals, sembra essere altamente efficace nel prevenire la replicazione di virus - compresi coronavirus come SARS e MERS e filovirus come Ebola.

Alla fine di febbraio, l'Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive ha avviato uno studio clinico sul Remdesivir. E questo mese Gilead ha lanciato due studi di fase III del farmaco, nei centri medici in Asia.

Dovrei iniziare a prenderli per allontanare il coronavirus?

Assolutamente no. La clorochina e l'idrossiclorochina non sono state adeguatamente valutate in studi controllati, per non parlare del fatto che hanno numerosi e, in alcuni casi, effetti collaterali mortali.

Nessuno dovrebbe assumere un farmaco che non ha dimostrato di essere sicuro ed efficace per una malattia, o una condizione, per la quale non è stato approvato. Ci sono tanti problemi che possono sorgere, dagli effetti collaterali, alla grave tossicità e alla morte a causa di possibili interazioni con altri farmaci e altre condizioni di salute sottostanti.

Quindi, fino a quando questi o altri farmaci non avranno dimostrato negli studi clinici di essere efficaci contro il SARS-CoV-2 e non saranno stati approvati dalla FDA, nessuno dovrebbe auto-medicarsi.

Katherine Seley-Radtke - March 25, 2020 11.50am EDT
Professor of Chemistry and Biochemistry and President-Elect of the International Society for Antiviral Research, University of Maryland, Baltimore County

Articoli correlati
COVID-19 (Coronavirus 2019)



Tratto da:
https://theconversation.com/could-chloroquine-treat-coronavirus-5-questions-answered-about-a-promising-problematic-and-unproven-use-for-an-antimalarial-drug-134511


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.