02 Mag 2020
LA NASA SVILUPPA UN PROTOTIPO DI VENTILATORE COVID-19 IN 37 GIORNI
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 02 Maggio 2020

La NASA sviluppa un prototipo di ventilatore COVID-19 in 37 giorni

Un ventilatore ad alta pressione progettato

dal Jet Propulsion Laboratory per la produzione rapida è in fase di test per l'uso in centri medici.

Un nuovo ventilatore ad alta pressione sviluppato dagli ingegneri della NASA su misura per il trattamento dei pazienti con coronavirus (COVID-19) ha superato, martedì, un test critico presso la Icahn School of Medicine del Mount Sinai a New York, un epicentro della COVID-19 negli Stati Uniti.
gif ventilator 1Alcuni delle decine di ingegneri coinvolti nella creazione di un prototipo di ventilatore appositamente studiato per i pazienti affetti da coronavirus, presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA nella California meridionale. Credito: NASA / JPL-Caltech

Il dispositivo, chiamato VITAL (Ventilator Intervention Technology Accessible Locally - tecnologia d’intervento del ventilatore accessibile localmente), è stato sviluppato dagli ingegneri del Jet Propulsion Laboratory, della NASA, nella California meridionale, per affrancare la fornitura limitata di ventilatori tradizionali della nazione, in modo che possano essere utilizzati su pazienti con i più gravi sintomi della COVID-19.

"Siamo specialisti nella costruzione di navicelle spaziali, non nella produzione di dispositivi medici", ha dichiarato il direttore della JPL Michael Watkins. "Ma ingegneria eccellente, test rigorosi e rapida costruzione dei prototipi sono alcune delle nostre specialità. Quando le persone di JPL si sono rese conto che avrebbero potuto avere le competenze adatte per supportare la comunità medica, e la comunità in generale, sentivano il dovere di condividere la loro ingegnosità, preparazione e guida."

gif ventilator 2Prototipo del ventilatore per i pazienti affetti da coronavirus progettato e costruito dal Jet Propulsion Laboratory, della NASA, nella California meridionale. Credito: NASA / JPL-CaltechSuccessivamente, la NASA sta cercando l'approvazione accelerata della FDA per il dispositivo tramite un'autorizzazione per l'uso di emergenza, un processo di approvazione accelerato sviluppato per situazioni di crisi che richiede solo giorni anziché anni. Per ottenere input da una struttura medica standard, JPL ha consegnato un prototipo del dispositivo all'Human Simulation Lab, presso il Department of Anesthesiology, Perioperative and Pain Medicine, del Mount Sinai per ulteriori test.

"Siamo rimasti molto soddisfatti dei risultati dei test eseguiti nel nostro laboratorio ad alta fedeltà di simulazione umana", ha affermato il dott. Matthew Levin. "Il prototipo della NASA ha funzionato come previsto in un'ampia varietà di condizioni simulate del paziente. Il team è fiducioso che il ventilatore VITAL sarà in grado di ventilare in sicurezza pazienti affetti da COVID-19 sia qui negli Stati Uniti, sia in tutto il mondo."

gif ventilator 3Gli ingegneri del Jet Propulsion Laboratory della NASA si preparano a spedire un prototipo di ventilatore per i pazienti affetti da coronavirus alla Icahn School of Medicine del Mount Sinai a New York. Credito: NASA / JPL-CaltechVITAL può essere costruito più velocemente e gestito più facilmente di un ventilatore tradizionale ed è composto da un numero ridotto di parti, molte delle quali sono attualmente disponibili, per i potenziali produttori, attraverso le catene di fornitura esistenti. Il suo design flessibile significa che può anche essere modificato per l'uso negli ospedali da campo installati in centri congressi, hotel e altre strutture ad alta capacità in tutto il paese e in tutto il mondo.

Come tutti i ventilatori, VITAL richiede che i pazienti siano sedati e che un tubo per l’ossigeno sia inserito nelle loro vie respiratorie per respirare. Il nuovo dispositivo non sostituirà gli attuali ventilatori ospedalieri, che possono durare anni e sono costruiti per affrontare una gamma più ampia di problemi medici. Invece, VITAL è destinato a durare da tre a quattro mesi ed è specificamente studiato per i pazienti COVID-19.

"Le unità di terapia intensiva vedono pazienti COVID-19 che necessitano di ventilatori altamente dinamici", ha affermato il dott. JD Polk, responsabile sanitario e medico della NASA. " Con VITAL l’intenzione è di ridurre la probabilità che i pazienti raggiungano lo stadio avanzato della malattia e richiedano assistenza più avanzata con il ventilatore."

L'Ufficio di trasferimento tecnologico e partnership aziendali di Caltech, che gestisce JPL per la NASA, offrirà una licenza gratuita per VITAL e attualmente sta raggiungendo il settore medico commerciale per trovare produttori per il dispositivo.

April 23, 2020
Per ulteriori informazioni su come la NASA sta aiutando nella risposta nazionale alla COVID-19, visita: https://www.nasa.gov/coronavirus

Articoli correlati
COVID-19 (Coronavirus 2019)


N.d.r.

Carenza critica di approvvigionamento: la necessità di ventilatori e dispositivi di protezione individuale durante la pandemia da Covid-19

Omissis…..
Le stime attuali del numero di ventilatori, negli Stati Uniti, vanno da 60.000 a 160.000, a seconda che siano inclusi quelli che hanno solo una funzionalità parziale. La riserva strategica nazionale di ventilatori è piccola e tutt'altro che sufficiente per il divario previsto. Non importa quale stima utilizziamo, non ci sono abbastanza ventilatori per i pazienti con Covid-19 nei prossimi mesi.
Omissis ….

April 30, 2020
https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMp2006141?query=featured_home



Tratto da: https://www.jpl.nasa.gov/news/news.php?feature=7646


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.