07 Gen 2021
NEURO CRIOSTIMOLAZIONE PER IL TRATTAMENTO DELLE DISTORSIONI ACUTE DELLA CAVIGLIA
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 07 Gennaio 2021

Neuro criostimolazione per il trattamento delle distorsioni acute della caviglia

L'applicazione del ghiaccio può essere sostituita 

dalla neuro criostimolazione per il trattamento delle distorsioni laterali acute della caviglia? Uno studio clinico randomizzato.

[N.d.r.: riportiamo la sintesi di un articolo, che reputiamo d’interesse, pubblicato recentemente sul Journal of Foot and Ankle Research, liberamente accessibile per una sua lettura completa. Il contenuto è particolarmente specialistico ed esteso per essere tradotto e risultare d’interesse anche per chi non è del settore.]

Journal of Foot and Ankle Research Volume 13, Article number: 69 (2020)
Titolo: J., Hébert, L.J. & Roy, JS. Should ice application be replaced with neurocryostimulation for the treatment of acute lateral ankle sprains? A randomized clinical trial. J Foot Ankle Res 13, 69 (2020). https://doi.org/10.1186/s13047-020-00436-6.

Sommario

Progettazione dello studio
Studio clinico randomizzato in singolo cieco a gruppi paralleli.

Obiettivi
Per confrontare gli effetti della neuro criostimolazione (NCS) con quelli ottenuti dell'applicazione tradizionale del ghiaccio su recupero funzionale, dolore, edema e range di movimento (ROM) nella dorsi flessione della caviglia in soggetti che ricevono trattamenti di fisioterapia per distorsioni laterali acute della caviglia (LAS).

Premessa
La distorsione della caviglia è una lesione molto comune e la sua gestione è spesso costosa, con importanti impatti a breve e lungo termine sugli individui e sulla società. Poiché stanno emergendo nuovi metodi di terapia che utilizzano il freddo (crioterapia) per il trattamento delle condizioni muscolo-scheletriche, esistono poche prove a sostegno del loro utilizzo. La neuro criostimolazione, che provoca un rapido raffreddamento della pelle mediante liberazione di CO2 in pressione, è un metodo ritenuto in grado di accelerare il riassorbimento dell'edema e il recupero in caso di lesioni traumatiche.
gif neurocrio
Metodi
Quarantuno partecipanti con LAS acuto sono stati assegnati in modo casuale sia ad un gruppo che ha ricevuto trattamenti fisioterapici in clinica e NCS (gruppo NCS sperimentale, n = 20), sia ad un altro gruppo che ha ricevuto i medesimi trattamenti fisioterapici in clinica e l'applicazione tradizionale del ghiaccio (gruppo di controllo ghiaccio, n = 21). Gli esiti primari (Scala Funzionale degli Arti Inferiori - LEFS) e secondari (scala analogica visiva per l'intensità del dolore a riposo e durante le normali attività nelle ultime 48 ore; misurazione di otto figure dell'edema e affondo sotto carico per il range di movimento di dorsi flessione della caviglia), sono stati determinati all’inizio (T0), dopo una settimana (T1), due settimane (T2), quattro settimane (T4) e infine, dopo sei settimane (T6). Gli effetti degli interventi sono stati valutati utilizzando l'analisi non parametrica di tipo ANOVA a due vie per analisi non parametrica di dati longitudinali (nparLD).

Risultati
Nessuna interazione significativa gruppo-tempo o effetto di gruppo sono stati osservati per tutti i risultati (0,995 ≥  p  ≥ 0,057) a seguito dell'intervento. Tuttavia, sono stati osservati effetti nel tempo per tutti i risultati (p  <0,0001).

Conclusione
I risultati suggeriscono che la neuro criostimolazione non è più efficace dell'applicazione tradizionale del ghiaccio nel migliorare il recupero funzionale, il dolore, l'edema e il ROM nella dorsi flessione della caviglia durante le prime sei settimane di trattamenti fisioterapici in soggetti con LAS acuta.


Articoli correlati
CAVIGLIA 
GHIACCIO



Tratto da: https://doi.org/10.1186/s13047-020-00436-6


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.