01 Feb 2021
DITO A MARTELLO DEL PIEDE
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 01 Febbraio 2021

Dito a martello del piede

Un dito a martello è una deformità del secondo, terzo o quarto dito del piede.

In questa condizione, la punta è piegata in corrispondenza dell'articolazione centrale, in modo che assomigli a un martello. Inizialmente, le dita a martello sono flessibili e possono essere corrette con semplici accorgimenti ma, se non trattate, possono diventare permanenti e richiedere un intervento chirurgico.
gif hammer toe 01



 

Una deformità a martello del secondo dito del piede. La pressione della scarpa del paziente ha provocato lo sviluppo di una incurvatura sulla parte superiore del dito.   

 



Anatomia

L'avampiede è composto da cinque dita. Tranne il primo dito (l’alluce) che di solito ha solo due articolazioni, i restanti ne hanno tre.

Nel dito a martello del piede, il dito interessato è piegato nell'articolazione centrale, chiamata articolazione interfalangea prossimale (PIP).
gif hammer toe 02

 

 

Questa illustrazione del dito a martello mostra la piegatura anormale dell’articolazione PIP.

 



Causa

Il dito a martello è il risultato di uno squilibrio muscolare che esercita pressione sui tendini e sulle articolazioni delle dita dei piedi. I muscoli lavorano in coppia per raddrizzare e piegare le dita. Se la punta è piegata e ferma in una posizione per lungo tempo, i muscoli e le articolazioni si irrigidiscono e non possono allungarsi.

Indossare scarpe che non si adattano correttamente al piede è una causa comune di questo squilibrio. Le scarpe che si restringono verso la punta spingono le dita più piccole in una posizione flessa (piegata). Le dita dei piedi sfregano contro la scarpa, portando alla formazione di calli e duroni, che aggravano ulteriormente la condizione. Le scarpe con tacco più alto spingono il piede verso il basso e premono le dita contro la tomaia, aumentando la pressione e la flessione della punta. Alla fine, i muscoli delle dita dei piedi non possono più raddrizzare la punta.

Sintomi

Un dito a martello del piede è doloroso, soprattutto quando il paziente lo muove o indossa le scarpe. Altri sintomi possono includere:

  • gonfiore o arrossamento;
  • incapacità di raddrizzare la punta;
  • difficoltà a camminare;
  • la formazione di un grano o un callo sulla parte superiore dell'articolazione centrale del dito o sulla punta del dito del piede

Esame medico
Esame fisico
Il medico eseguirà un esame fisico per determinare se l'articolazione del dito è rigida o flessibile. Queste informazioni lo aiuteranno a determinare il trattamento appropriato.

Test

Raggi X. I raggi X forniscono immagini delle strutture dense, come l'osso. Il medico può richiedere una radiografia del piede per confermare la diagnosi.

Altri test. I pazienti affetti da diabete o ridotta sensibilità ai piedi possono richiedere ulteriori test per determinare se la causa dello squilibrio del tendine è una condizione neurologica.

Trattamento

Trattamento non chirurgico 
Nelle prime fasi del dito a martello, quando l'articolazione è ancora flessibile, il trattamento consiste tipicamente in semplici interventi.

Cambiamento delle calzature. Il medico consiglierà di evitare di indossare scarpe strette, strette e con i tacchi alti. Le scarpe dovrebbero essere mezzo pollice più lunghe del dito più lungo che, per molte persone, è il secondo dito e avere una punta morbida e spaziosa.

Si potrebbe anche trovare una scarpa con una punta profonda che ospita il martello del dito. Un calzolaio potrebbe essere in grado di sforzare la tomaia in modo che accolga la protuberanza del dito. Indossare sandali può aiutare, se non pizzicano o sfregano altre aree del piede.

Esercizi. Esercizi specifici possono aiutare ad allungare e rafforzare i muscoli del piede. Il medico potrebbe consigliare di allungare manualmente e delicatamente le dita dei piedi o di utilizzare le dita per raccogliere piccole cose dal pavimento. Può anche consigliare di "arricciare un asciugamano" per rafforzare le dita dei piedi. Per eseguire le arricciature, posizionare un asciugamano disteso sotto il piede e usare le dita per arricciarlo.
gif hammer toe 03

 


"Arricciare un asciugamano" può aiutare a rafforzare le dita dei piedi e ripristinare l'equilibrio muscolare.

 

 

Rimedi generici. L'uso di cinghie, cuscini o tamponi non medicali disponibili in commercio possono aiutare ad alleviare il dolore. In caso di diabete, cattiva circolazione o una mancanza di sensibilità ai piedi, consultare il medico prima di tentare qualsiasi auto-trattamento.

Trattamento chirurgico

Se l'articolazione del dito è rigida e non più mobile, o se il trattamento non chirurgico non allevia i sintomi, il medico può raccomandare un intervento chirurgico. La chirurgia è in genere eseguita su base ambulatoriale utilizzando un anestetico locale. La procedura dell’intervento dipenderà dal tipo e dall'entità della deformità.

Allungamento del tendine. Per i pazienti con un'articolazione flessibile della punta, la condizione può spesso essere trattata allungando i tendini che causano lo squilibrio articolare.

Trasferimento del tendine. Alcuni pazienti con un'articolazione flessibile della punta possono trarre beneficio da un trattamento che prevede il trasferimento dei tendini dalla parte inferiore del dito alla parte superiore, per aiutare a tirare l'articolazione in una posizione diritta.

Artrodesi (fusione articolare). I pazienti che hanno un'articolazione della punta rigida possono subire un allungamento del tendine in combinazione con l'artrodesi. Con questa procedura, il medico rimuoverà una piccola parte di osso nell'articolazione della punta per assicurarsi che la punta possa estendersi completamente. Inserirà quindi un chiodo esterno o un perno e / o una piastra interna per tenere le ossa in posizione mentre le ossa si calcificano insieme.
gif hammer toe 04
A) Dito a martello. B) Nell'artrodesi, una piccola parte di osso è prima rimosso dall'articolazione PIP. C) Qui è stato inserito un chiodo di metallo per tenere le ossa in posizione fino a quando non si calcificano.

gif hammer toe 05



Le tre dita a martello di questo paziente sono state corrette con l'artrodesi. Un chiodo di metallo è stato inserito in ciascun dito per tenere le ossa in posizione mentre si calcificano. Cappucci di plastica sono stati posizionati sulle punte dei chiodi.





Recupero

Dopo l'intervento chirurgico si potrebbero avvertire rigidità, gonfiore e arrossamento delle dita fino a 4-6 settimane. Anche se subito dopo l'intervento si è in grado di esercitare pressione sul piede, si dovrebbe limitare l’attività affinché la punta guarisca. Alzare il piede, il più possibile, aiuterà ad accelerare la guarigione e ridurre il dolore. Una volta guarito, il dito del piede potrebbe essere leggermente più lungo o più corto di prima.



Tratto da: https://orthoinfo.aaos.org/en/diseases--conditions/hammer-toe


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.