12 Ott 2021
COME RIMANERE AL PASSO NELLA MARATONA DI NEW YORK (ANCHE QUANDO IL TUO GPS NON LO FA)
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 12 Ottobre 2021

Come rimanere al passo nella maratona di New York (anche quando il tuo GPS non lo fa)

Il tuo orologio GPS perderà il segnale durante la maratona di New York. Ecco come farvi fronte per conoscere il tuo vero ritmo. 

gif gps nyc 04(Foto: Getty Image)Immagina: è il giorno della gara a New York e stai appena uscendo dal ponte di Verrazzano. Quando superi il secondo miglio, senti il segnale acustico del tuo orologio GPS e abbassi lo sguardo per scoprire che sei al passo giusto. Perfetto. Ti senti bene.

Quando inizi ad avvicinarti all'indicatore del terzo miglio, beep, il tuo GPS ti avvisa che hai appena raggiunto le tre miglia, continuando a rispettare perfettamente il passo. Cinque secondi dopo superi il traguardo delle tre miglia sul percorso.

Pensi, è strano, ma data la piccola discrepanza non ci presti ulteriormente attenzione. Pochi minuti dopo, beep, l'orologio segna il quarto miglio, ancora al passo. Alzi lo sguardo e noti che il segnale del quattro miglio è 50 piedi più avanti.

Ora sei confuso. Il mio orologio GPS funziona? Il mio ritmo è corretto? Questa discrepanza, tra la distanza dell'orologio GPS e gli indicatori del percorso continua per le successive dieci miglia, preoccupando la tua mente e chiedendoti a quale ritmo stai effettivamente correndo, distraendoti infine dal compito da svolgere: mantenere il ritmo di gara che ti eri prefissato. Dopo quello che pensavi fossero 15 miglia perfettamente percorse, ora, peggio ancora, scopri che sei fuori ritmo di 5 secondi per miglio, lasciando lentamente che il tuo obiettivo finale ti sfugga di mano.

Come allenatore di corsa che ha aiutato centinaia di corridori a correre la maratona di New York, vedo che questo accade ancora e ancora nelle maratone delle grandi città. Se ti affidi al tuo orologio GPS per la distanza e il ritmo, come la maggior parte dei corridori di oggi, probabilmente hai vissuto una situazione simile in un allenamento di velocità o forse anche in gara.

Schermature e riflessioni
Il fatto è che gli orologi GPS non sono perfetti per stimare la distanza e il ritmo. All'interno dell'orologio è presente un ricevitore GPS unidirezionale che riceve segnali dai satelliti in orbita. Attraverso un processo chiamato trilaterazione [N.d.r.: determinazione delle coordinate X, Y, Z che descrivono la posizione di un corpo nello spazio], il tuo orologio stima la distanza da questi satelliti per stabilire la tua posizione. Tuttavia, questi segnali, a causa degli edifici alti di New York che si estendono per miglia, possono essere schermati (bloccati) oppure riflettersi sui palazzi e sui ponti.

"È un problema molto difficile da risolvere", afferma Joe Heikes, Product Manager di Garmin. "Supponiamo che il tuo orologio stesse ricevendo i segnali da otto satelliti e ora stai correndo dietro un alto edificio che ne scherma (blocca) due, così che il tuo orologio non può più ricevere i loro segnali; sono meno informazioni, mentre l'orologio deve capire dove sei."

Più edifici, maggiore è il problema. "In ambienti urbani molto densi, come Manhattan", spiega Heikes, "ci sono segnali che si riflettono sugli edifici, e creano ciò che chiamiamo ‘multi-percorso’. Potresti ricevere un segnale, ma non lo stai ricevendo direttamente dal satellite, è quello riflesso dall'alto edificio nella 5th avenue”.
gif gps nyc 03Foto: 101 Degrees West
Marcatori e divisioni
gif gps nyc 02Foto: 101 Degrees WestL'unico modo per avere la certezza assoluta che il tuo ritmo di gara sia accurato, e che sei sulla buona strada per raggiungere l'obiettivo finale, è quello di utilizzare gli indicatori di miglio del percorso come segnali di stimolazione. Nelle gare più importanti, come le maratone di Chicago o New York, gli indicatori di percorso sono estremamente precisi, fino al pollice. Con centinaia di migliaia di dollari di premi in denaro in palio e la possibilità di stabilire record mondiali, i direttori di gara assicurano che non ci siano errori.

Per calcolare il tuo ritmo dagli indicatori di percorso, non da un segnale GPS, dovrai disattivare manualmente la funzione che registra automaticamente le distanze in miglia in base ai satelliti GPS. Per gli orologi Garmin si chiama funzione Auto Lap.

Una volta disattivato, per registrare gli intertempi dovrai premere manualmente il pulsante del giro, come per decenni hanno fatto i corridori, prima del GPS. Quando passi accanto a ogni indicatore di miglio, premi il pulsante del giro e il tuo ritmo reale dell'ultimo miglio sarà visualizzato e registrato.

Per fare pratica, ti suggerisco di esercitarti sulla tua pista locale, o sul percorso di corsa con i marcatori di distanza, alcune volte prima del giorno della gara per abituarti a premere il pulsante del giro ad ogni miglio e per assicurarti che gli schermi dell'orologio siano impostati in modo da poter visualizzare facilmente i tempi.

[N.d.r.: qui puoi scaricare/consultare il PDF (67 pagg.) della procedura di misurazione standard, per la certificazione del percorso di gara. È incredibile osservare le tantissime prescrizioni che devono essere ottemperate per ottenere la certificazione.]

CORY SMITH • 29 ottobre 2019 

Articoli correlati 
GPS 
CARDIOFREQUENZIMETRO 


Cory Smith ( www.storiesbycory.com ) è il fondatore di Run Your Personal Best, un'attività di coaching online per la corsa che ha aiutato centinaia di corridori a raggiungere i record personali su distanze che vanno dagli 800 metri a 100 miglia. Si è qualificato due volte al Campionato Nazionale mentre era alla Villanova University ed è un collaboratore regolare di Outside Magazine, Trail Runner, Philadelphia Magazine, Gear Patrol, Gear Junkie e Gear Institute.



Articolo originale


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.