17 Mag 2017
KINESIO TAPING
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 17 Maggio 2017

Kinesio taping - Rassegna

Una rapida analisi di quella terapia col nastro colorato

che era così popolare alle Olimpiadi. Aiuta?

aggiornato il 12 dic 2015 (pubblicato nel 2013)
di Paul Ingraham, Vancouver, Canada

[N.d.r: nell'ambito della lettura dell'articolo è utile consultare direttamente anche le note [i numeri] che compaiono nel testo. Potrai poi ritornare agevolmente al medesimo punto dell'articolo. Fai una prova [X]]

La nastratura terapeutica di ogni genere viene da lontano, e spazia dall’utilità a poco più di un fenomeno di costume. Ultimamente sta godendo di un’esplosione di popolarità a causa di prodotti particolarmente ben commercializzati, il vecchio ma rivitalizzato Kinesio Taping®, [1] ed i concorrenti come RockTape, [2] o Spider-Tech ™ Therapy Bandages, che sono stati visti applicati su molti atleti nelle Olimpiadi estive. [3] Queste aziende, ed altre, stanno utilizzando nuovi materiali che possono ottenere risultati differenti e, forse, migliori. In questo momento tutto sembra nuovo, ma questi sono prodotti abbastanza evoluti e altamente pubblicizzati ... non una rivoluzione terapeutica.

Da notare che anche gli atleti olimpici possono avere delle manie ed essere vittime della moda. [4] L'idea di realizzare il nastro colorato è stata davvero un colpo di genio del marketing. Io non conosco chi l'ha avuta per primo, ma probabilmente era un'idea da un milione di dollari.

Il Kinesio Taping ha le sue origini nel vecchio stile di fasciatura per il supporto e la stabilizzazione di una distorsione alla caviglia, che fornisce un qualche sostegno all’arco del piede. Il suo bendaggio, stretto cugino del bendaggio a compressione, ha anche un chiaro tradizionale posto in medicina. Tali usi tipici non sono qui discussi. Nel corso del tempo la nastratura, lentamente, ha iniziato a coinvolgere, sempre di più, fantasiosi armeggi biomeccanici, cercando di "correggere" la posizione e il movimento di parti del corpo (un classico esempio è il cercare di fare scorrere la rotula in modo più corretto). [5] Queste affermazioni sono più dubbie. Secondo quanto riportato è abbastanza difficile risolvere disfunzioni biomeccaniche con nastro adesivo, soprattutto perché la maggior parte di questi problemi, realmente, non esistono. [6]

Tuttavia, gli studi hanno spesso dimostrato che tutta questa nastratura sembra avere almeno alcuni benefici [7] ... ma generalmente di modesta entità, di breve ed incosistente durata, che probabilmente si collocano in quella zona grigia e torbida tra placebo e vera cura. Il suo valore non è chiaro, e molti esperti neutrali, la maggior parte di essi in realtà, l’hanno respinto e definito solo come placebo.

Eventuali benefici che esistono sono quasi certamente causati da nuovi input sensoriali, non da funzioni biomeccaniche. Fondamentalmente, quando si applica il nastro sulle persone, esse lo avvertono. Un gatto sa quando ha un nastro attaccato alla sua zampa, e così fa un essere umano! L’input sensoriale cambia l’output, il controllo del motore e del dolore. [8

Quando si applica del nastro su un ginocchio dolorante, ci sono buone probabilità che, definita come terapia, il paziente si sentirà un po' meglio, per poco tempo. In un certo senso è anche possibile che il ginocchio effettivamente lavori un po' meglio, sempre per poco tempo.

Molte persone sono andate oltre con le affermazioni sull'applicazione del nastro: prevengono le lesioni o migliorano le prestazioni. La citazione del sito Spider Tech: "Recupero, Prestazione, Prevenzione"! O quella sulla pagina Rocktape (le parole in maiuscolo sono loro): Ho scoperto che il nastro può essere utilizzato per MIGLIORARE LE PRESTAZIONI. Ho trovato che applicare il nastro prima dell’esercizio promuove l’aumento del flusso di sangue ai muscoli, riducendo in tal modo la fatica. [N.d.r: la pagina è stata successivamente rimossa dall'azienda]
Questo è più inverosimile, e probabilmente non regge ad una verifica. [9]

Un po' di prospettiva fisiologica. [10, 11] Le rivendicazioni di miglioramento delle prestazioni potrebbero essere vere, ma dubito fortemente che lo siano, e ovviamente sono tutt'altro che dimostrate. Io non scommetterei sull'applicazione del nastro come equipaggiamento standard per le squadre sportive professionistiche e per gli olimpionici del futuro.

Nella migliore delle ipotesi, l'applicazione del nastro è per lo più solo un metodo legittimo, ma di minore importanza ed impreciso, per il controllo del dolore. La quantità di nastro utilizzata ultimamente dagli atleti è divertente, ma stupida. In particolare, l'idea che possa essere sapientemente applicata per un effetto specifico è solo voodoo altamente redditizio.

Allora, funziona o no? Dobbiamo usarlo?

Questo certamente è uno di quegli aspetti dove la "verità sta nel mezzo". C'è un battage pubblicitario? Decisamente! [12] C'è qualcosa di concreto? Sì, probabilmente anche questo, ma non molto però. Il costo non è elevato, il rischio praticamente inesistente, e alcune delle prove e il meccanismo un pochino promettenti. [13] Anche se le prove sono limitate, l'effetto sul dolore è ciò che conta di più, ed il riscontro è finora il più scoraggiante. [14]

Creare sensazioni nuove e stimolare la consapevolezza del proprio corpo è quello che l’homo sapiens fa. Se non lo facciamo con del nastro adesivo, lo facciamo con qualcos'altro, e soprattutto con le nostre zampe. Noi siamo macchine input-ouput, costantemente e creativamente armeggiamo sulle nostre sensazioni... tocchiamo, testiamo il mondo. Se si hanno aspettative irragionevoli su di esso, l'applicazione del nastro è solo "pio desiderio", ma non è mai irragionevole armeggiare curiosamente sulle sensazioni. Questo è il motivo per cui non sono estremamente scettico sul nastro. Ma questo è anche il motivo per cui le mie aspettative su di esso sono basse, è solo un altro modo di sentire, uno dei tanti.

Gli stimoli funzionali sono quasi sempre molto più importanti per il recupero e le prestazioni rispetto a qualsiasi azione di recupero sensoriale. Se hai fatto un elenco di tutto ciò che influisce sul recupero e le prestazioni, il nastro ed altri aggiustamenti sensoriali sono senz'altro posizionati nella metà inferiore della lista. Io non penso che abbia la minima speranza di generare effetti funzionali consistenti e clinicamente significativi nella riabilitazione, tanto meno in soggetti sani.

La mia obiezione finale: io non sono davvero entusiasta di mettere i miei soldi in una macchina pubblicitaria. Soprattutto per qualcosa che, sono sicuro, non farà alcuna importante differenza per me.

Ma ... per i pazienti disperati o gli atleti appassionati di sperimentazione alla ricerca di un vantaggio competitivo, certo, perché no? Si potrebbero risparmiare un paio di dollari e legare una bandana intorno al ginocchio, che farebbe più o meno la medesima cosa! Ma dato il meccanismo neurologico, è certamente possibile che diversi nastri e diverse tecniche potrebbero creare una varietà di sensazioni e quindi, effetti maggiori o minori. Quindi, gioca con il taping. E sarai bellissimo.

[N.d.r: indipendentemente dal giudizio sul Kinesio Taping, il video inserito nell'articolo, anche se in lingua inglese, è molto intuitivo e quindi merita di essere guardato]

Note

 X. Nota di prova.  TORNA AL TESTO

 1.Kinesio Taping (http://kinesiotaping.com)  TORNA AL TESTO

2. Rocktape (http://rocktape.com)  TORNA AL TESTO

3. Spider Tech ™ Kinesiologia Tape (http://spidertech.com)  TORNA AL TESTO

4. Da un lato, gli atleti d'élite ed i loro allenatori e preparatori stanno costantemente guidando l'innovazione nell’allenamento e nella scienza dello sport, con risultati ovviamente impressionanti nel corso del tempo, un andamento a lungo termine fortemente positivo. Gli atleti di oggi sono in grado di ottenere prestazioni un tempo impensabili. D'altra parte, essi hanno anche molto sbagliato, e innumerevoli approcci sono stati provati e abbandonati nei decenni. Spesso gli atleti hanno fatto progressi soltanto quando hanno abbandonato i rituali inutili e gli errori del passato!  TORNA AL TESTO

5. Discuto questo uso specifico molto più dettagliatamente nel mio libro dolore della sindrome femoro-rotulea. In breve, l'evidenza mostra che l'applicazione del nastro ha poco o nessun effetto sulla posizione della rotula. Per esempio, già nel 1993, Bockrath et al trovarono che ciò "non era associato a cambiamenti di posizione della rotula", e nel 2002 Salsich et al hanno dimostrato che "l'attività elettromiografica del vasto laterale non cambia con l'applicazione del nastro". Ma aspetta, c'è di più ....  TORNA AL TESTO

6. "Strutturalismo" è l'eccessiva attenzione sulle cause di dolore come le deformità e i problemi biomeccanici. Si tratta di una visione vecchia e inadeguata di come il dolore agisce, ma persiste perché offre conforto, la semplicità commerciale che è il cardine di interi stili di terapia. Per ulteriori informazioni, vedi la schiena non è fuori allineamento: sfatare l'ossessione dell'allineamento, la postura, e altri spauracchi biomeccanici come principali cause di dolore.  TORNA AL TESTO

7. Ho citato due scritti (BockrathSalsich), che hanno dimostrato che l'applicazione del nastro non ha avuto l'effetto biomeccanico previsto. Indovina un po’?  Entrambi i documenti hanno dimostrato che i pazienti si  sentivano meglio. Nessun effetto biomeccanico misurabile, ma ... meno dolore. Intrigante!
TORNA AL TESTO

8. Callaghan MJ, McKie S, Richardson P, Oldham JA. Effects of Patellar Taping on Brain Activity During Knee Joint Proprioception Tests Using Functional Magnetic Resonance Imaging. Phys Ther. 2012 Jun;9(6):821–30. PubMed #22282771.
Dopo aver mostrato che la nastratura rotulea migliora la propriocezione (vedi Callaghan 2002), questo studio diretto dell'attività cerebrale è piccolo e non cerca di dimostrare molto: solo che "la nastratura rotulea modula l'attività cerebrale in diverse aree del cervello durante un movimento propriocettivo del ginocchio". Questo tende a sostenere la nozione che il nastro modifica la sensazione di come il ginocchio è avvertito, almeno temporaneamente, il che a sua volta può avere un effetto sul dolore.
TORNA AL TESTO

9. Vercelli S, Sartorio F, Foti C, et al. Immediate effects of kinesiotaping on quadriceps muscle strength: a single-blind, placebo-controlled crossover trial. Clin J Sport Med. 2012 Jul;22(4):319–26. PubMed #22450591.
Scioccante: questo esperimento ha rilevato che l'applicazione di Kinesio Taping (KT) non ha avuto alcun effetto sulla forza muscolare (come invece sostenuto da alcuni proponenti del KT, probabilmente troppi di loro). "Questi risultati non supportano l'uso di KT applicato in questo modo per cambiare la forza muscolare massima in persone sane". È stata un'idea già inizialmente ridicola, ovviamente. È ipotizzabile, ma si rivela una speculazione improbabile, senza una minima conferma (e ora questa prova è contro di essa).

I sostenitori del KT contestano che uno studio su soggetti sani è irrilevante, ma è chiaro che il KT è utilizzato di routine (ed alla moda) da molti atleti di buon livello e d'élite che sono in gran forma e non "infortunati abbastanza" da essere suscettibili di fornire una significativa differenza per questa ricerca. In altre parole, se il KT non può aumentare la forza di un atleta medio sano, probabilmente non può farlo per uno di élite leggermente infortunato.  TORNA AL TESTO

10. La circolazione sanguigna è praticamente ed esclusivamente funzione della domanda metabolica, e non della minore stimolazione della pelle e dei tessuti connettivi superficiali. L'idea che il nastro possa aumentare la circolazione per combattere la fatica durante l'attività fisica è estremamente un pio desiderio. Il doping ematico, la cocaina, e una migliore forma fisica sono in grado di combattere la stanchezza. Non un nastro. In una persona con insufficienza venosa, fondamentalmente una sovradilatazione venosa nelle gambe, è possibile fasciare i polpacci con del nastro come con le calze a compressione, e ciò sarà ... quanto di più utile come le calze a compressione (vedi Aguilar-Ferrándiz). Però non c'è davvero alcun motivo di usare il nastro per questo. Se il nastro (o le calze a compressione) hanno avuto un effetto misurabile sulla circolazione di persone sane, questo sarebbe moderatamente interessante. Ma sarebbe decisamente scioccante se si trattasse di un robusto effetto capace di influenzare le prestazioni atletiche, per non parlare di prestazioni di alto livello.  TORNA AL TESTO

11. "Miglioramento delle prestazioni" è di solito una dichiarazione problematica, perché comunemente si basa su un'estrapolazione superficiale degli effetti di recupero (che sono a loro volta spesso un po’ abbozzati). Ciò che aiuta le persone malate o infortunate non è necessariamente efficace per la forma atletica di persone sane. La riabilitazione e il miglioramento delle prestazioni sono cose diverse. Da un lato, sono il medesimo processo con diversi punti di partenza. Dall'altro, quanto il corpo può estrarre da una sensazione di input è generalmente proporzionale al bisogno. Un bicchiere d'acqua è più importante per un uomo che sta morendo di sete, e una nuova sensazione propriocettiva è neurologicamente più utile per una persona infortunata che non per un olimpionico sano. Molte cose che sono legittimamente utili per la riabilitazione sono praticamente inutili per migliorare le prestazioni. Ecco un semplice esempio correlato: bendaggio a compressione per il gonfiore. Senza ambiguità valido per il recupero ... ma inutile se non sei gonfio!  TORNA AL TESTO

12. Un appassionato del Kinesio Taping mi ha detto: "So che c'è troppa pubblicità, ma il KT ha risultati incredibili." Davvero? "Incredibili" non è un pochettino iperbolico? Gli antiobiotici sono incredibili. I trapianti di cuore sono incredibili. I risultati dell'applicazione del nastro non sono incredibili.  TORNA AL TESTO

13. Williams S, Whatman C, Hume PA, Sheerin K. Kinesio taping in treatment and prevention of sports injuries: a meta-analysis of the evidence for its effectiveness. Sports Med. 2012 Feb;42(2):153–64. PubMed #22124445.
Questa meta-analisi sul Kinesio Taping per lesioni sportive, nella rivista Sports Medicine (Nuova Zelanda), in realtà non riporta buone notizie, ma è a favore del KT e cautamente ottimista:
"in conclusione, vi erano prove di bassa qualità a favore dell'uso del KT rispetto ad altri tipi di nastratura elastica nella gestione o prevenzione degli infortuni sportivi. Il KT può avere un piccolo ruolo utile nel migliorare la forza, ed il range di movimento .... La quantità di casi studiati ed il sostegno aneddotico per la KT necessitano di una ricerca sperimentale ben progettata, in particolare riguardante le lesioni sportive, in modo che gli operatori possano essere sicuri che il KT è di benefico per i loro atleti."

Eppure anche questo tiepido rapporto può essere troppo entusiasta. Questa la risposta formale nel British Journal of Sports Medicine (Kamper) che ribolle di irritazione:
"nonostante il titolo della rassegna, gli autori non riportano una meta-analisi degli studi inclusi. ... La recensione ha diversi difetti, il più grave dei quali è la segnalazione selettiva dei risultati. Poichè sono segnalati solo (significativi) risultati positivi, non è possibile valutare l'insieme delle prove per l'efficacia della Kinesio Taping. Inoltre, mentre gli autori riferiscono di aver seguito le linee guida metodologiche della Cochrane Collaboration, questo non sembra essere vero... I medici dovrebbero guardare ad altre fonti di informazione ..."  TORNA AL TESTO

14. Kamper SJ, Henschke N. Kinesio taping for sports injuries. Br J Sports Med. 2013 Nov;47(17):1128–9. PubMed #24159095.
Le conclusioni:
"il Kinesio Taping non sembra avere un effetto benefico sul dolore se confrontato con trattamenti simulati. Basato principalmente su studi di popolazioni sane, ci sono risultati inconsistenti per altre misure di risultato come il range di movimento, la forza, l'attività muscolare e la propriocezione. Al momento sembra che vi sia una evidenza di qualità insufficiente su cui valutare l'efficacia del Kinesio Taping, si spera che la ricerca futura chiarisca la situazione".  TORNA AL TESTO



Tratto da: https://www.painscience.com/articles/kinesio-taping.php


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.