07 Mag 2017
SINDROME FEMORO-ROTULEA
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 07 Maggio 2017

Salva te stesso dal dolore della sindrome femoro-rotulea!

Il dolore della sindrome femoro-rotulea (ginocchio del corridore) spiegata e discussa

in dettaglio, compresa qualunque immaginabile opzione di auto-trattamento e tutte le prove scientifiche disponibili.

aggiornato l'8 apr 2017 (pubblicato nel 2003)
di Paul Ingraham, Vancouver, Canada
illustrazioni di Paul Ingraham, Lindsay McGee

[N.d.r: nell'ambito della lettura è utile consultare direttamente anche le note [i numeri] che compaiono nel testo. Potrai poi ritornare agevolmente al medesimo punto dell'articolo. Fai una prova [X]]   

Benvenuti nella più dettagliata guida sul dolore della sindrome femoro-rotulea in internet. Questo tutorial affronta approfonditamente l'argomento. È trattata ogni base del dolore anteriore al ginocchio: che cos’è, come funziona, i miti e le controversie, aiuto diagnostico, scenari peggiori, analisi di ogni possibile metodo di trattamento.

Il dolore della sindrome femoro-rotulea (PFPS), nota anche come il ginocchio del corridore, è il più comune dolore al ginocchio, che si presenta intorno e sotto la rotula. Quasi chiunque può contrarla, ma colpisce in particolare i podisti, i ciclisti e gli escursionisti, ma anche impiegati o chiunque altro stia seduto per molto tempo. È comune anche negli adolescenti. Quasi il 40% dei ciclisti professionisti contrarrà prima o poi un dolore anteriore del ginocchio, [1] ma i podisti sono di gran lunga le vittime più numerose, e la PFPS è il più comune infortunio al ginocchio dei podisti. [2]

Il dolore al ginocchio può essere comune, ma è sorprendentemente difficile trovare buone informazioni di auto-aiuto per esso. Il dolore della sindrome femoro-rotulea è una delle più fraintese problematiche dolorose del ginocchio. Su di esso ci sono innumerevoli e poco approfondite pagine web, ma la maggior parte di esse ripete i medesimi luoghi comuni super-semplificati. [3]  E non molti medici e terapisti sono preparati per trattare i casi difficili.

Sono sopravvissuto ad un tumore celebrale. La riabilitazione del ginocchio è stata peggiore.
-- un lettore --

Ottenere una buona cura per il dolore della sindrome femoro-rotulea è una sfida

Molti popolari trattamenti per la PFPS sono di dubbia utilità.

  • Correggere gli squilibri muscolari è di gran lunga la prescrizione più comune per la PFPS. L'idea è di insegnare ai muscoli di tirare in modo più uniforme sulla rotula, cosa che la buona scienza ha dimostrato, nella migliore delle ipotesi, di essere difficile da fare, forse impossibile, e molto probabilmente irrilevante. [4]
  • Massaggi ai quadricipiti: sono un trattamento alternativo popolare, ma il massaggio, sebbene sia una buona cura per molte condizioni dolorose, non è davvero molto utile per il dolore rotuleo, che è un problema molto "articolare".
  • "Resta attivo" è una delle raccomandazioni più comuni, ma può essere la peggiore terapia per tutti i dolori della sindrome femoro-rotulea. È solo uno strappo al ginocchio, ti dicono alcuni professionisti che non hanno familiarità con la natura della PFPS. Mentre l'esercizio fisico può essere utile, "restare attivi" è un consiglio eccessivamente semplicistico, e può seriamente ritorcersi contro.
  • Trattare la PFPS come l'artrosi è un equivoco di fondo della condizione. I medici di famiglia di solito lo fanno, ma sono generalmente poco informati sulla PFPS. [5] È un errore comprensibile, la distinzione tra PFPS e artrosi è complessa, ma è una cattiva notizia per il paziente con dolore cronico grave!
  • Intervento chirurgico al ginocchio è raramente una buona opzione e spesso prescritta prematuramente. Non ci si può sempre fidare di specialisti [6] e chirurghi ortopedici nell'ottenere buoni consigli per la PFPS. [7] Gli esperti ritengono molto rischioso un intervento chirurgico, [8] e la ricerca è molto scoraggiante.

Si dovrebbe cercare un buon aiuto da un professionista, ma è una grande idea essere il più informati possibile quando lo si fa, o si può facilmente perdere molto tempo e denaro per terapie dubbie. Anche se questo tutorial non può dare "la risposta", spero che possa almeno aiutare ad evitare un trattamento inefficace.

Come ci si può fidare di queste informazioni sul dolore della sindrome femoro-rotulea?

Io applico un approccio MythBusters [N.d.r: Miti da sfatare] all'assistenza sanitaria: mi diverto a mettere in discussione tutto. Non pretendo di avere La Risposta per il dolore della sindrome femoro-rotulea. Quando non conosco, lo ammetto. Ho letto riviste scientifiche, spiego la scienza mediante punti chiave (in questo articolo ci sono più di 250 note tratte da una vasta bibliografia), e ho sempre dei collegamenti alle mie fonti.

Per esempio, ci sono buone prove che i tutorial didattici siano in realtà efficaci per la medicina del dolore. [?] Una buona informazione è una buona medicina!

Io non offro una cura miracolosa perché non c'è! È importante ribadirlo chiaramente. Non sarebbe bello se ci fosse un trattamento con un costo minimo, conveniente e senza effetti? Ma la scienza medica, da nessuna parte, è vicina a questo per la maggior parte delle condizioni di dolore cronico, e soprattutto per il dolore della sindrome femoro-rotulea. [9]

Tuttavia, ci sono buone ragioni per essere ottimisti.

Posso spiegare tutte le opzioni, che ti aiuteranno a confermare la tua diagnosi, e sfatare le cattive idee. Si può o non si può arrivare ad una "cura", ma ti porterà più vicino a come ottenerla. Alcuni lettori potranno finalmente liberarsi del loro dolore rotuleo. Altri invece fare progressi dopo essere incappati in una terapia controproducente, o tentare un'opzione che prima non conoscevano. E forse è una specie di miracolo! Ma probabilmente no!

Una rapida panoramica del dolore della sindrome femoro-rotulea

PFPS 01La PFPS colpisce la rotula e la zona circostante. Non confonderla con la sindrome della bandelletta ileotibiale (ITBS) che in primo luogo colpisce sicuramente la parte esterna del ginocchio (il lato laterale rivolto verso l'esterno). Questa è l’immagine di un ginocchio destro.Il dolore della sindrome femoro-rotulea (PFPS) è un problema con il dolore che si avverte soprattutto sul fronte del ginocchio, in particolare nella zona inferiore o in qualche parte intorno ai bordi della rotula. [Wikipedia] Una o entrambe le ginocchia possono essere colpite. Il dolore di solito peggiora quando si salgono le scale o si cammina in salita, o dopo essersi seduti per un lungo periodo di tempo.

Nei casi più frequenti, il dolore non è grave ed il problema spesso si risolve con la terapia fisica di base. [10] "La terapia fisica di base", probabilmente, non è attualmente efficace, ma il recupero procede comunque, semplicemente perché il corpo è abbastanza bravo a guarirsi. [11] Ma molti casi peggiorano invece di migliorare. Per i pazienti sfortunati, "la terapia di base" fallisce completamente ed il dolore rotuleo diventa permanente e quasi paralizzante.

I professionisti onesti sanno che le cause e le cure per il dolore della sindrome femoro-rotulea sono sconosciute. Ma molti medici e terapisti fanno riferimento alla consuetudine: il problema è essenzialmente meccanico. Purtroppo, queste teorie presentano gravi errori che sono raramente discussi. Fortunatamente, alcuni esperti medici suggeriscono buone alternative, che saranno spiegate in dettaglio in questo tutorial.

Cosa c'è nel nome? Le numerose etichette del dolore della sindrome femoro-rotulea

"Dolore della sindrome femoro-rotulea" è un nome sorprendentemente privo di significato. Significa fondamentalmente "dolore strano della rotula", ma in latino. "Sindrome del dolore anteriore al ginocchio" è un altro nome comune con un significato ancora più ampio, ed è un po’ più diretto e onesto: è un dolore, e si presenta sulla parte anteriore del ginocchio.

PFPS 02kneecap=rotula  femur=femore   pain=dolore   kinda mysterious=qualcosa di misterioso

A volte la parte "dolore" è omessa e si chiama "sindrome femoro-rotulea", o PFS.

Le parole "sindrome dolorosa rotulea" sono spesso usate in pratica per tutte le diagnosi senza alcuna certezza diagnostica, possono riferirsi ad un qualunque dolore avvertito sulla parte anteriore del ginocchio, che può avere una qualunque possibile causa, nessuna delle quali particolarmente chiara. Tecnicamente, si tratta di una diagnosi di esclusione, ciò che resta quando tutto il resto è stato eliminato. [12] Il problema ha lo status di "sindrome" a causa di questa mancanza di chiarezza, e del fatto che questo particolare tipo di dolore articolare è così comune.

PFPS 03Vivi su una sedia?
"I guerrieri della sedia" che trascorrono più di 4-6 ore al giorno, soffrono del dolore al ginocchio, quasi come molti corridori. Guai a te se sei un runner e lavori seduto ...
"Il ginocchio del corridore" è una definizione popolare tra i corridori, naturalmente, e ne soffrono più spesso di chiunque altro. Ma non è un buon termine da usare, perché ci sono almeno una mezza dozzina di altre condizioni che potrebbero essere riferite ad esso, in particolare la sindrome della bandelletta ileotibiale. E naturalmente esclude altre persone che contraggono la condizione, cioè tutti quelli con le ginocchia del ciclista e le ginocchia del montanaro, per esempio!

I corridori contraggono il dolore anteriore al ginocchio più spesso di chiunque altro.

Chiamarlo "ginocchio del corridore", in particolare esclude le persone il cui ginocchio si è infortunato mentre erano sedute ed a causa dello stare seduti. Impiegati e altri lavoratori che stanno lungamente seduti soffrono di PFPS a frotte. In realtà, un altro nome per questa condizione è il ginocchio dei frequentatori di cinema, a causa della tendenza della condizione a causare dolore dopo avere trascorso un lungo tempo seduti. Nella mia esperienza professionale, tuttavia, si potrebbe altrettanto dire, "deve essere un caso di ginocchio di chi lavora in ufficio ".

Un'ulteriore considerazione sul nome: occasionalmente si sentono i terapisti o i medici chiamare questa condizione "sindrome di instabilità rotulea" o addirittura condromalacia rotulea, ma sono palesemente in errore: queste cose potrebbero essere le cause della condizione, ma non sono la condizione stessa.

Sul dolore della sindrome femoro rotulea nell'adolescenza

Il dolore della sindrome femoro-rotulea negli adolescenti non rientra nel mio libro. Tuttavia, il libro è utile anche per i piccoli pazienti.

L'incidenza del dolore della sindrome femoro-rotulea negli adolescenti è un poco più alta di quanto non sia nella popolazione generale, ed è generalmente meno grave e testarda. Si tratta per lo più di una condizione temporanea: essi recuperano con la crescita più facilmente rispetto agli adulti. Anche se i casi gravi certamente esistono e si verificano negli adolescenti, la loro età non è particolarmente rilevante in questi casi. Un caso grave in un adolescente deve essere gestito più o meno nel medesimo modo con cui si gestisce un caso grave in un adulto. Quindi, anche se l'età è un fattore che non ho focalizzato, tutto quello che ho descritto dovrebbe essere di interesse anche per gli adolescenti con dolore al ginocchio persistente.

NATURA DEL PROBLEMA

Le (molte) possibili cause della sindrome femoro-rotulea

Ufficialmente, nessuno ne conosce le cause. Ecco una divertente selezione di tipiche dichiarazioni da alcune pubblicazioni scientifiche a partire dal 1988:

  • Nel 1988 Potter et al hanno riassunto: "Ironia della sorte, tanto semplice quanto la sua presentazione, la mancanza di consenso sui fattori fondamentali associati con la PFS rimangono. Non esiste alcun accordo sull’esatta fisiopatologia ... ".
  • Nel 1993, il Clinical Journal of Sports Medicine ha pubblicato un editoriale intitolato "Mito, mistica e frustrazione del dolore anteriore del ginocchio," [13] un titolo che rivela certamente il grado di incertezza medica su questo argomento!
  • Si poteva sperare nel progresso nel corso degli anni seguenti, ma nel 1998 il Journal of Orthopaedic & Sports Physical Therapy pubblicò il parere che "non vi è consenso sul metodo più efficace di trattamento ... le indicazioni e le controindicazioni di ogni approccio non sono state ben stabilite ... [e] non vi è alcun sistema di classificazione generalmente accettato per i disturbi rotulei." [14]
  • Non molto tempo dopo, nel 1999, la rivista American Family Physician, in uno dei suoi ottimi tutorial medici, ha detto che "la gestione del dolore della sindrome femoro rotulea è una sfida, in parte a causa della mancanza di consenso per quanto riguarda la sua causa e il trattamento", e "nessun singolo fattore biomeccanico è stato identificato come una delle cause principali del dolore della sindrome femoro-rotulea." [15]
  • E le cose non sono migliorate. Nel 2006, con sottolineata negatività, Näslund ha dichiarato che "nessun consenso è stato raggiunto sulla definizione, la classificazione, la valutazione, la diagnosi, o il trattamento". Così, nessun consenso su qualsiasi cosa- wow - e questo è ancora vero oggi.

Questa è una ragionevole posizione medica ufficiale. Qualsiasi medico o terapeuta onesto, dovrebbe essere felice di ammettere che quasi tutto ciò che riguarda la PFPS è fondamentalmente un mistero. Ma in pratica, la maggior parte di essi pensano che agire secondo la consuetudine  sia adeguato.

La consuetidine

Sono contento che American Family Physician abbia detto che il mistero della PFPS è stato risolto. (Non lo è stato naturalmente. Sto facendo del sarcasmo.) In un tutorial per i medici pubblicato nel 2007, hanno con fiducia dichiarato la causa della PFPS:

[il dolore della sindrome femoro-rotulea] è causato da squilibri nelle forze che controllano la posizione della rotula durante la flessione ed estensione del ginocchio, in particolare con sovraccarico dell'articolazione.
Dixit S, DiFiori JP, Burton M, Mines B. Management of patellofemoral pain syndrome. Am Fam Physician. 2007;75:194–202. PubMed # 17.263.215.  PainSci # 56699.


Beh! Meno male! Tutto chiaro, non è vero? La consuetudine dice che il dolore della sindrome femoro-rotulea è la degenerazione dolorosa della cartilagine sul lato profondo della rotula, causato da un guasto "meccanico" di tale articolazione. Che tipo di guasto? Un problema di "scorrimento", per cui la rotula non scorre uniformemente nella scanalatura o "pista" che è presente sul femore. Per questa condizione, abbiamo bisogno ancora di un altro nome multisillabico: "sindrome da scorrimento femoro-rotuleo" (PFTS, "patellofemoral tracking syndrome").

Un'altra sindrome? Temo di sì. Essa ha quasi il medesimo acronimo: PFTS invece di PFPS. La consuetudine è così radicata che molti professionisti considerano la sindrome di "scorrimento" essere virtualmente sinonimo di PFPS.

Ma l'idea che i problemi di scorrimento causino dolore rotuleo non sono stati dimostrati oltre ogni ragionevole dubbio. In realtà, come mostrerò nelle sezioni seguenti, è incredibilmente difficile dimostrare anche solo che questi problemi possano coesistere, per non parlare di quanto essi possano avere a che fare l'uno con l'altro ... se mai avessero veramente a che fare tra loro. Ancora più strano, si scopre che i problemi di scorrimento rotuleo sono estremamente difficili anche solo da individuare. E se questo non fosse già abbastanza per mettere in crisi la consuetudine, si scopre che anche la "degenerazione" della cartilagine della rotula è un mito scientifico ... un mito che probabilmente ha poco o nulla a che fare con il dolore della sindrome femoro-rotulea!

Però! Qui ci sono un sacco di miti.

Assalto all'approccio convenzionale al dolore della sindrome femoro-rotulea

E ancora! Il dolore della sindrome femoro-rotulea in gran parte non sembra essere associato con alcuna degenerazione identificabile dei tessuti, o danni, disfunzioni o malfunzionamenti, asimmetrie o debolezza. [17, 18] Talvolta esso fa solo male, anche se il ginocchio, anzi, tutta la gamba, sembrano essere sani in base a qualsiasi valutazione clinica o strumentale della salute del ginocchio. E se questo sembra un po' strano, non hai ancora visto nulla!

PFPS 04 
L’articolo tradotto è l'introduzione, pubblicata sul web, al libro scritto dall’autore sull’argomento. La traduzione non comprende i commenti dei lettori e la cronologia degli aggiornamenti introdotti nel libro, a partire dal 2 apr 2010 sino alla data in testa all'articolo. Se d’interesse e/o per ulteriori approfondimenti il lettore può fare riferimento al link dell’articolo originale che è indicato a piede pagina.

NOTE

X. Nota di prova.  TORNA AL TESTO 

1. Clarsen B, Krosshaug T, Bahr R. Overuse Injuries in Professional Road Cyclists. Am J Sports Med. 2010 Sep. PubMed #20847225. [N.d.r: di interesse per voi duatleti o triatleti]
TORNA AL TESTO

2. Taunton JE, Ryan MB, Clement DB, et al. A retrospective case-control analysis of 2002 running injuries. Br J Sports Med. 2002;36(2):95–101.
La pubblicazione verte sugli infortuni riscontrati nel corso di due anni tra i runners di Vancouver, molti dei quali, probabilmente, corrono ogni giorno sugli argini di Vancouver, e ha rilevato che "il dolore della sindrome femoro-rotulea è stato l'infortunio più comune, seguito dalla sindrome della bandelletta ileotibiale, la fascite plantare, le lesioni meniscali del ginocchio, e la sindrome da stress tibiale".
TORNA AL TESTO

3. Nel 2010, il Journal of Bone & Joint Surgery ha riferito che "la qualità e il contenuto delle informazioni sanitarie su internet è molto variabile per i comuni argomenti di medicina dello sport", come il dolore al ginocchio e il mal di schiena. Revisori esperti hanno esaminato circa 75 siti web commerciali top-ranked e altri 30 siti accademici. Hanno assegnato a ciascuno un punteggio di qualità su una scala di 100. La  media? Poco più di 50! Per ulteriori dettagli, vedi Starman et al.  TORNA AL TESTO

4. La scienza di questa affermazione controversa sarà discussa in dettaglio qui di seguito.  TORNA AL TESTO

5. I medici sono carenti delle competenze necessarie per la cura dei più comuni dolori ed infortuni, in particolare i casi cronici, ed anche i migliori sono sostituti inadeguati dei fisioterapisti. Questo è stato dimostrato in numerosi studi, come Stockard et al, che hanno trovato che l’82% dei laureati in medicina "non è riuscito a dimostrare la competenza di base in medicina muscolo-scheletrica". Il fatto è che tali problematiche non sono sempre comprese nelle loro competenze, e le persone con dolori articolari o muscolari dovrebbero prendere i consigli del proprio medico di famiglia cum grano salis. Vedi The Medical Blind Spot for Aches, Pains, and Injuries: Most doctors are unqualified to care for many common pain and injury problems. Especially the stubborn ones.
TORNA AL TESTO

6. Gli specialisti di medicina sportiva sono probabilmente il male minore, anche se nessuna categoria professionale sembra generalmente ben informata sulla PFPS. Probabilmente si ottiene un aiuto competente più da un medico di medicina dello sport che da qualsiasi altro tipo di professionista sanitario. Anche se sono più o meno inclini a conformarsi alla consuetudine, come qualsiasi altro operatore sanitario, almeno la loro competenza verte sulla gestione non chirurgica di condizioni come la PFPS, con qualche probabilità che il medico in questa specialità abbia prestato una certa attenzione alle controversie scientifiche.
TORNA AL TESTO

7. I chirurghi ortopedici sono chirurghi. Non solo i chirurghi tendono fortemente a percepire i problemi muscolo-scheletrici in termini di soluzioni chirurgiche, ma sono (giustamente) professionalmente concentrati sulla loro esperienza chirurgica; ciò significa che in genere non sono bene informati sui metodi di terapia conservativa per le lesioni da sovraccarico relativamente non gravi come la PFPS. Molti di loro, certamente, ne fanno una questione di orgoglio professionale di evitare l'eccesso di prescrizione di interventi chirurgici, ma questo non necessariamente li rende esperti sul cosa fare al posto dell'intervento. La PFPS è un problema particolarmente complesso per un chirurgo per il semplice motivo che, tra gli infortuni al ginocchio, la PFPS è solo l'ultima che si deve operare.
TORNA AL TESTO

8. I chirurghi spesso semplificano eccessivamente la sindrome femoro-rotulea come semplice caso di "artrosi" di quell'articolazione, e raccomandano uno sbrigliamento (limatura o lisciatura) della cartilagine del ginocchio, sia dell'articolazone femoro-rotulea che dell'articolazione principale tra la tibia ed il femore (la qual cosa è particolarmente irrilevante per il dolore femoro-rotuleo). Tuttavia, lo sbrigliamento si è dimostrato inefficace anche per l'artrosi (per non parlare della PFPS, che non è artrosi) come affermato prima da Moseley nel 2002, poi più autorevolmente da The Cochrane Collaboration nei primi mesi del 2008 (vedi Laupattarakasem), e più recentemente dal New England Journal of Medicine nel settembre 2008 (vedi Kirkley). Questo è uno dei più brillanti colpi di scena scentifici nella storia recente della chirurgia ortopedica Lo sbrigliamento chirurgico non funziona! 
TORNA AL TESTO

9. Non esiste nemmeno un piano B chirurgico che sia ragionevolmente affidabile per il dolore rotuleo, come invece c'è per diversi altri problemi articolari comuni.  TORNA AL TESTO

10. Dixit S, DiFiori JP, Burton M, Mines B. Management of patellofemoral pain syndrome. Am Fam Physician. 2007;75:194–202. PubMed #17263215PainSci #56699. "... Anche se la gestione può essere impegnativa, un programma terapeutico non-chirurgico, ben progettato, di solito consente ai pazienti di tornare alle attività ricreative e competitive".  TORNA AL TESTO

11. Come vedremo in dettaglio più avanti, la maggior parte della terapia fisica di "base" per la PFPS consiste in interventi secondari di dubbia utilità, per lo più esercizi correttivi, stretching, ultrasuoni, taping e tutori, eppure l'impressione clinica della maggior parte dei professionisti è che un lieve dolore femoro-rotuleo si risolva con consigli conservativi. La spiegazione più probabile per questo, ed è una evenienza comune nella terapia fisica, è semplicemente che la maggior parte di questi casi sarebbe migliorata indipendentemente dalla terapia. Naturalmente, in alcuni casi, un buon consiglio può essere miscelato con cattivi consigli, e questo può aiutare. E ci può essere qualche effetto placebo: sentirsi oggetto di cure aiuta realmente tante persone a stare meglio, a prescindere dal fatto che la terapia abbia un senso, e questo fenomeno può verificarsi anche con qualcosa di apparentemente non-psicologico come il dolore al ginocchio! Vedi Moseley.  TORNA AL TESTO

12. In pratica, la diagnosi è più inclusiva, come è questo libro, gran parte del quale è utile anche per il paziente che alla fine comprende di avere un problema meglio definito.  TORNA AL TESTO

13. Reid DC. The myth, mystic and frustration of anterior knee pain. Clin J Sport Med. 1993;3:139–43. PainSci #56702.  TORNA AL TESTO

14. Wilk KE, Davies GJ, Mangine RE, Malone TR. Patellofemoral disorders: a classification system and clinical guidelines for nonoperative rehabilitation. Journal of Orthopaedic & Sports Physical Therapy. 1998;28(5):307–322. TORNA AL TESTO

15. Juhn MS. Patellofemoral pain syndrome: a review and guidelines for treatment. Am Fam Physician. 1999;60(7):2012–2022. PainSci #56687.  TORNA AL TESTO

16. Video inserito nel testo originale. Il video (2:30) può essere visto su YouTube.  TORNA AL TESTO

17. Näslund J, Näslund UB, Odenbring S, Lundeberg T. Comparison of symptoms and clinical findings in subgroups of individuals with patellofemoral pain. Physiotherapy Theory and Practice. 2006 Jun;22(3):105–18. PubMed #16848349. In questo studio su 80 pazienti con diagnosi di PFPS, dopo avere eliminato dallo studio tutte le altre diagnosi probabili, segni di patologia sono stati trovati in solo 17 di 75 pazienti, e gli autori concludono che anche questi "non possono essere rilevati dai... test clinici comunemente impiegati". Si tratta di un dolore al ginocchio piuttosto misterioso...  TORNA AL TESTO

18. Piva SR, Fitzgerald GK, Irrgang JJ, et al. Associates of physical function and pain in patients with patellofemoral pain syndrome. Arch Phys Med Rehabil. 2009 Feb;90(2):285–95. PubMed #19236982
I ricercatori hanno testato 74 pazienti con diagnosi di sindrome femoro-rotulea per ricercare molti dei fattori che sono comunemente sospettati di essere associati a tale condizione, i "soliti sospetti" biomeccanici: la debolezza e la rigidità muscolare, la coordinazione, e le anomalie posturali e anatomiche. Inoltre sono stati considerati fattori psicologici, abbastanza inusuali per uno studio sul dolore al ginocchio.

Essi non hanno trovato assolutamente alcuna correlazione tra i fattori biomeccanici e il dolore cronico al ginocchio anteriore.

È interessante notare che i ricercatori hanno trovato che "i fattori psicologici [ansia e paura del dolore durante il lavoro e l'attività fisica] erano gli unici associati al dolore nei pazienti con PFPS".
TORNA AL TESTO

? Dear BF, Gandy M, Karin E, et al. The Pain Course: A Randomised Controlled Trial Examining an Internet-Delivered Pain Management Program when Provided with Different Levels of Clinician Support. Pain. 2015 May. PubMed #26039902.

I ricercatori hanno testato una serie di tutorial sulla gestione del dolore basati sul web, su un gruppo di adulti con dolore cronico. Tutti hanno ottenuto una riduzione della disabilità, dell'ansia, e dei livelli di dolore medi sia alla fine dell'esperimento di otto settimane che tre mesi dopo. "Mentre i programmi di gestione del dolore faccia a faccia sono importanti, molti adulti con dolore cronico possono beneficiare dei programmi forniti via internet, e molti di loro non hanno bisogno di molti contatti con un medico al fine di beneficiarne".  TORNA AL TESTO



Tratto da: https://www.painscience.com/tutorials/patellofemoral-pain-syndrome.php


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.