Campionati Italiani di Cross '20

Domenica 9 febbraio '20
Campionati Italiani Individuali e di Società di Cross Master 
Cassino (FR)
Anche quest'anno la nostra squadra ha partecipato ai campionati

nazionali individuali e di società di cross Master che si sono svolti a Cassino, in provincia di Frosinone, con l'obiettivo di migliorare i risultati ottenuti l’anno scorso in quel di Cagliari; la squadra maschile si era classificata settima e quella femminile terza.

Non è stato facile, sia per gli infortuni ad alcuni nostri atleti e atlete di punta, sia per una concorrenza agguerrita come non mai.

Il percorso panoramico ai piedi dell'abazia e la piacevole giornata di sole hanno alleviato le fatiche dei quasi 900 atleti sopraggiunti da tutta Italia, e hanno galvanizzato la squadra fino dal primo mattino.

Inizia il programma, la categoria donne F60 e oltre, con la nostra Barbara Bonini che agguanta una notevole 12a posizione e Tiziana Barbieri, Carla Confetti e Nailde Pereira che difendono con grinta le rispettive posizioni.

Partono poi le categorie F50 e F55, con la nostra Rosa Alfieri che parte coraggiosamente forte nel tentativo di contenere la superiorità di Carla Primo; finirà seconda solo dopo l’allungo dell’avversaria nel giro finale, ma con la soddisfazione di averci provato fino in fondo; buona gara per Silvia Giglioli e Paola De Angelis mentre Mara Fagandini riesce a conquistare il premio per il sesto posto.

Nell'ultima gara femminile della giornata Bethany Thompson e Lisa Ferrari conquistano un importante podio nelle rispettive categorie, fondamentali per il risultato finale di squadra, con Elena Neri e Federica Pedrelli subito dietro, nelle posizioni che contano.

Anche le gare maschili iniziano con gli 'over' 60, presidiate dagli inossidabili Augusto Dondi e Celeste Scaffardi.

Segue la categoria M55, con atleti molto forti, in cui Fabio Terzoni e Marco 'Cigo' Barigazzi tengono le posizioni di prestigio, mentre Gianpaolo Campari, Massimo Pollastri e Alessandro Landi difendono i restanti punti di squadra.

Gara al cardiopalma negli M50, con il nostro Mohamed Errami e il pluricampione italiano Valerio Brignone che partono in testa spalla a spalla, e piano piano fanno il vuoto dietro di loro; decisiva l'azione del nostro portacolori alla fine dell'ultima salita, Brignone non resiste e si deve accontentare della seconda posizione. Errami conquista il titolo italiano, messo in dubbio solo da un regolamento federale davvero pessimamente scritto.

Non c'è storia invece nella categoria M45, con il nostro Rachid Kisri che parte e prende subito un vantaggio incolmabile. Controlla nella seconda parte della gara staccando di un minuto Gabriele Lubrano, che si aggiudica, però, il titolo di campione italiano. Completano il bottino di punti per la squadra Faïçal Boumalik ed Emanuel Marrangone, che conquistano rispettivamente gli ottimi 7° e 11° posto.

Negli M40 grande gara di rimonta di Emilio Mori e Claudio Tanzi che raggiungono la 11a e la 21a posizione, con Fabio Ticchi e Michele Gorreri che completano il bottino di punti di categoria.

Negli M35 generosa prestazione di Paolo La Monaca che sta ricostruendo la migliore condizione.

Risultato di società: sesta posizione per la componente maschile, in miglioramento di una posizione rispetto all'anno scorso, in una classifica vinta, un po' a sorpresa, dai pugliesi del DYNAMYK FITNESS davanti ai favoriti dai pronostici, l’atletica Paratico. Come l'anno scorso, terzo posto per la squadra femminile, stavolta a tre punti invece dei due dell'anno scorso dalla seconda classificata Atletica Faenza; l'atletica Paratico si aggiudica il primato.

Al lordo delle numerose assenze la nostra compagine conferma una buona crescita complessiva. L’appuntamento per un gradino più alto del podio è solo rinviato.

(Risultati - Credito fotografico: Emanuele Castaldello)