5^ Eridano - Urban Trail

Domenica 18 marzo '18
5a Eridano - Urban Trail
Casalmaggiore (CR)
Il Centro Sportivo Comunale Baslenga di Casalmaggiore, ha ospitato

la 5a edizione dell’Eridano Urban Trail, gara di 11 km, che quest’anno fa parte del Circuito Provinciale di Parma di Corsa su Strada 2018. Si è trattato di un percorso su terreno misto, con la parte iniziale (i primi 5 km) che si è snodata tra le vie cittadine, con passaggi all’interno di diversi palazzi, per poi affrontare, all’interno del bosco, la parte di vero trail, tra passaggi difficili e tratti piani di argine. Percorso faticoso ma direi piacevole, sicuramente non adatto per tutti, poiché hanno partecipato poco più di 170 atleti, che per una gara su corta distanza, non sono tantissimi. Approfittando delle assenze, per alcuni, questo è stato un indubbio vantaggio per fare classifica.

Tra i 173 arrivati troviamo anche i componenti della nazionale FISO (Federazione Italiana Sport Orientamento) piazzatisi nei primi posti assoluti. Tra gli uomini troviamo al primo posto Riccardo Scalet (37’48’’), secondo Mikhail Mamleev (39’08’’) e terzo Mattia Debertolis (39’55’’).

Tra le donne la sola Sarah Martinelli, del G.P. Quadrifoglio, ha fatto da intrusa nel podio formato dalle sole atlete della nazionale FISO. Il suo terzo posto (49’31’’) è stato migliorato solo dalla vincitrice Anna Caglio (45’01’’), e dalla seconda arrivata Irene Pozzebon (49’11’’).

Limitata partecipazione anche per noi Forrest. Solo 14 i presenti ma con ottimi risultati. Dai primi posti di categoria di Marco Barbarini (6° assoluto), Andrea Rosi, Fabio Terzoni ed Anna Maria Idda. Podi di categoria per Michele Fulcini e Katia Ronchini, e positive prestazioni di Simone Spaggiari, Michele Gorreri, Alessio Saccani, Fabrizio Mattioli, Simona Ferrari, Raffaella Avanzini e Stefania Zoni.

Peccato per il nostro Maurizio Dall’Ovo, che si trovava nelle prime posizioni, ma che al bivio tra la nostra gara e la 21 km contemporaneamente in corso, ha avuto la sfortuna, assieme ad altri, di imbattersi in una segnaletica poco evidente e non presidiata, tanto da percorrere il percorso errato per diversi km. Solo successivamente si è posto rimedio nella segnaletica, ma ormai, ahimè, era troppo tardi. A parte questo inconveniente logistica ed organizzazione ottime.

Prossimo appuntamento per domenica 25 marzo, a Fontevivo, con la 6a Manarace.

(Credito fotografico: Laura Ugolotti, Emanuele Castaldello)