Mezza Maratona di Copenaghen

Domenica 15 settembre '19
Mezza Maratona di Copenaghen
Copenaghen (DK)
Nonostante il ritardo aereo del ritorno

e la nottata trascorsa in pullman, possiamo dire che la trasferta Forrest 2019 a Copenaghen ha avuto un riscontro più che positivo.

Sono stati 3 giorni pieni, da sabato a lunedì, con la domenica dedicata alla corsa: la mezza maratona. La gara è stata caratterizzata, in particolare, dal nuovo record mondiale sulla distanza, stabilito dal keniano Geoffrey Kipsang Kamworor che ha sfiorato il muro dei 57 minuti (58’01’’).

Clima caratterizzato da forte vento, tipico delle città di mare del nord Europa, che non ci ha fatto godere appieno delle bellezze della città, anche se siamo riusciti a visitare i luoghi più conosciuti della capitale danese.

Domenica alle ore 11,15 c’è stato lo start della mezza maratona alla quale hanno partecipato quasi 25000 atleti; tra questi anche il nostro manipolo agonistico composto da 17 partecipanti, tra cui 14 piumati.

Il miglior tempo lo stabilisce Mohamed Errami che in 1h12’01’’ si piazza 157mo assoluto e 1° di categoria. A seguire Adil Lyazali in 1h13’58’’ (225mo assoluto), Corrado Snaiderbaur (1h24’38’’), Michele Fulcini, Paolo Baldini, Celeste Scaffardi, Luca Bozzini, Fabrizio Mattioli.

Tra le donne la piumata più veloce è stata Mara Fagandini in 1h39’51’’, risultata nona di categoria, poi Katia Ronchini, Anna Maria Idda, Paola De Angelis, Simona Ferrari e Tiziana Barbieri.

Inoltre hanno partecipato alla gara anche Nailde Pereira De Sousa, della Barilla, Barbara Marini, della Sampolese, e Vittorio Scaffardi del Cus Parma.

Grazie a tutti per l’ottima compagnia e per le belle giornate trascorse insieme.

[N.d.r.: guardando la fotogallery si osserva che le scarpe NIKE NEXT% (colore verde pistacchio) si stanno diffondendo capillarmente non solo tra i corridori d’élite, ma anche tra gli amatori. Non è un commento pubblicitario, si vuole solo richiamare l’attenzione sul dibattito in corso su questa scarpa, che alcune correnti di pensiero vorrebbero bandire dalle gare. Vedi SCARPE DA CORSA]