15 Ago 2022
LA SCARPA On Cloudmonster
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 15 Agosto 2022

La scarpa On Cloudmonster

Il marchio svizzero On Running presenta la scarpa Cloudmonster con la massima ammortizzazione.

gif cloudmonster 01Questo marchio relativamente giovane (2010) e creato da atleti d'élite, amplia il suo catalogo producendo il suo modello da corsa che utilizza più CloudTec che mai, per ottenere la migliore ammortizzazione e sfruttamento di energia.

Normalmente le scarpe di quelli di Zurigo hanno il nome "Cloud" (il sistema di ammortizzazione del marchio, CloudTec) più un'altra parola che definisce il modello. In questo caso si tratta di “Monster [N.d.r.: mostro]” che, sebbene sia una parola un po' grossolana, in realtà comporta un'elaborazione molto fine.

gif cloudmonster 02Quelli di On hanno voluto dare vigore alla massima ammortizzazione della scarpa facendolo capire già con il nome, quasi prima di vederla. Ma quando la terrai tra le mani, quando ci giocherai, vedrai un'intersuola potente circondata dalla consueta finezza On Running, soprattutto nei suoi tagli curati della tomaia. Cosa non sia accumulare solamente materiale, è chiaro quando si nota quanto sia leggera. Non raggiunge né si avvicina a 300 g (275 g per il modello maschile e 230 g per quello femminile). Niente a che vedere con le scarpe da ginnastica che possono venire in mente.

Un'intersuola robusta per una scarpa di alte prestazioni. Vediamo.

ANALISI DELLA On Running Cloudmonster

gif cloudmonster 03Intersuola
gif cloudmonster 04L'intersuola della On Running Cloudmonster è responsabile della massima, ma morbida, ammortizzazione e anche dell'utilizzo dell'energia durante la corsa gestendo il rimbalzo dopo ogni impatto.

Si concentra sui corridori con un passo neutro e il fatto che abbia un aspetto imponente non significa che il materiale sia inserito solamente in quantità. Conoscendo come lavora On, ci sono molte ore di progetto alle spalle e nonostante si apprezzi la quantità del materiale, il drop [N.d.r.: differenza dell'altezza tallone-punta] che usa è di soli 6 mm.

gif cloudmonster 05Cominciamo dal composto utilizzato: Helion™. Può essere classificato come una super schiuma; attualmente tutti i marchi stanno lanciando nuove schiume con proprietà di ammortizzazione, leggerezza, consumo energetico, durata, ecc., come non si era visto prima; Helion™ è la risposta del marchio svizzero a questa sfida. Per esempio, Helion™ ha un ottimo equilibrio tra leggerezza e resistenza.

 

gif cloudmonster 06Nel processo di produzione di Helion™, si ottiene un unico assemblamento tra parti rigide e parti più morbide e flessibili che, tradizionalmente, si ottengono combinando due materiali diversi. Il fatto è che le parti morbide accumulano energia nel materiale quando, durante la corsa, è compresso durante l’impatto sul suolo; in quel momento le parti rigide funzionano per aiutare a recuperare la forma iniziale e trasferire così quell'energia sotto forma di "effetto rimbalzo".

Per approfondire questo processo e trarne il massimo rendimento, la scarpa include Speedboard, una lamina semirigida (di un tipo di polimero termoplastico iniettato in liquido) lungo l'intera lunghezza della scarpa, proprio tra la schiuma Helion™ e il piede. La funzione di Speedboard è di aiutare a spingere in avanti il passo ad ogni falcata.

gif cloudmonster 07E CloudTec? Perché, in generale, se qualcosa cattura l'attenzione di tutti i modelli On Running, e questa Cloudmonster in particolare, sono quelli che tutti chiamano "buchi" nell'intersuola. La chiave non sono i buchi, ma il materiale e la forma che li definisce, cosa li circonda, cosa li crea. Possiamo vedere che le "pareti" di questi fori sono quelli che gestiranno il battistrada.

 

 

gif cloudmonster 08Vediamo nuvole più piccole e con pareti più sottili nell'avampiede e nuvole più grandi e più spesse nel tallone. E anche nel tallone vediamo che quelle "pareti" sono leggermente più spesse verso l'interno della caviglia rispetto all'esterno, facendo capire che la stabilità è gestita anche in questa scarpa.

Un altro aspetto importante del materiale Helion™ dell'intersuola è che resiste bene sia alle alte, sia alle basse temperature, e questo è ideale per mantenere le prestazioni e far durare più a lungo il materiale.

Suola
gif cloudmonster 09La suola della On Running Cloudmonster mostra chiaramente la superficie dove sarà ottimale utilizzare questa scarpa e la gestione del risparmio di peso che la rende così leggera. Alcuni piccoli blocchi, corti e molto vicini tra loro, indicano che il terreno preferito della Cloudmonster è l'asfalto.

E che su superfici in terra consistente come parchi, o strade compatte dove passano anche i veicoli, sono terreni dove si adatterà.

gif cloudmonster 12Una grande banda longitudinale che si estende dal tallone alla punta, che serve a guidare il battistrada, divide in due la suola. E ce ne sono altre cinque trasversali che aiuteranno la flessibilità della scarpa... Tante bande provocano la formazione di un massimo di 12 isole di tacchetti (11, se consideriamo che quelle della punta sono unite su un lato).

 


gif cloudmonster 11A livello di materiale, tre di queste isole, le due più centrali e una interna, cioè la meno rilevante in una suola, non hanno gomma, ma è il materiale dell'intersuola che è a contatto con il suolo e quello su cui On ha messo delle nervature da un lato all'altro per aiutare con la trazione. Ciò accade perché la gomma di tutte le scarpe da corsa è pesante; quindi, il marchio svizzero ne ha rimosso una parte per aiutare a contenere il peso di questo modello.


Tomaia
La tomaia della Cloudmonster ha quell'aspetto raffinato ed elaborato che è caratteristico di On Running. Da notare che buona parte del taglio superiore è realizzato con materiali riciclati (fino all'80% del poliestere).

gif cloudmonster 13In esso vediamo rapidamente un gran numero di fori di ventilazione, soprattutto nella punta, dove si trovano le dita ed è necessaria la massima traspirabilità. È una rete molto fine che utilizza la termosaldatura come sistema di giunzione e rinforzo, sebbene ci siano alcune aree con filo, come rinforzo.

A proposito di rinforzi: la punta sembra non averne uno, ma in realtà, siccome la rete è a doppio strato, ed è posta tra i due, per questo non si vede dall'esterno, e non si sente il contatto diretto all'interno.

gif cloudmonster 14I lacci sono piatti e passano attraverso quattro occhielli, lasciando il quinto libero all’altezza della caviglia, da poter utilizzare a piacimento. Anche se non è del tutto vero che utilizza solo quattro occhielli per lato, poiché ce n'è uno in più proprio alla base della linguetta e molto vicina alle dita.

Sotto tutto questo abbiamo la linguetta, che è molto più elaborata di quanto possa sembrare. Sorprendentemente non è né molto spessa, né molto imbottita. È più simile a una scarpa da competizione piuttosto che a una scarpa da allenamento quotidiano come questa Cloudmonster.

gif cloudmonster 15Non ha cuciture ed è rifinita con materiale termosaldato. Questo è intorno ai bordi, perché al centro, uno strato è traspirante e l'altro ha grandi fori praticati in modo che ai fini della ventilazione sia quasi come un unico strato. Inoltre, non è che sia attaccata al corpo della scarpa, è che ne fa parte; quindi, il fatto che avvolga il piede come un calzino non è una sensazione, ma un dato di fatto.

 

 

gif cloudmonster 16Arriviamo poi alla conchiglia che è estremamente morbida al tatto. Questa è imbottita, e la sua morbidezza sarà protagonista di un forte sostegno alla caviglia, ma con un tocco confortevole. Qui, il sacrificio è nel tallone che ha poca struttura. È forse la parte più debole della scarpa, ma è funzionale per il basso peso finale della Cloudmonster.

 

 

Riassumendo 
gif cloudmonster 17On Running Cloudmonster è una scarpa da allenamento quotidiano con la massima ammortizzazione ed è focalizzata per coloro con un'impronta neutra. Per questo marchio svizzero diventa il punto di riferimento per questo tipo di ammortizzazione dove utilizza una schiuma ad alte prestazioni come Helion™ e il design CloudTec, che si può dire rappresenta l'immagine di questo giovane marchio.

Nonostante le dimensioni dell'intersuola, utilizza un drop di soli 6 mm e una lamina Speedboard che, insieme all'uso dell'energia sotto forma di rimbalzo, dovrebbe aiutare a garantire che il rullaggio sia fluido senza ulteriori indugi. È chiaro che la Cloudmonster non è classificata nel tipo di scarpette adatte per ritmi molto lenti, sebbene sia molto valida per le lunghe distanze.

La suola è adatta per superfici dure come l'asfalto, mentre la tomaia, semplice nelle sue linee, è completamente ricca di dettagli che la rendono comoda e funzionale.

I ritmi con cui usarla potrebbero essere tutti quelli applicabili alla pratica, se la comprendiamo da 4'15”, 4'30”, 5', 5'30”, 6'… Per ritmi più veloci il mercato, in generale, ha molte altre opzioni inclusa la On Running medesima.

Il prezzo ufficiale di On Runing Cloudmonster è di € 170.

Josep Gil - 29 luglio 2022 

[N.d.r.: qui trovi maggiori dettagli e giudizi sulle caratteristiche della scarpa.]

Articoli correlati
SCARPE DA CORSA

  Non vendiamo il prodotto menzionato e non siamo pagati per indirizzarti a siti che lo vendono.  



Tratto da: https://www.sport.es/labolsadelcorredor/on-cloudmonster/


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.