18 Gen 2023
LO STATO DEL TRAIL RUNNING NEL 2022
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 18 Gennaio 2023

Lo stato del trail running nel 2022

Questa indagine copre la partecipazione alle gare di trail running dal 1984 al 2022. Include 15.6 milioni di risultati di 116947 gare in 127 paesi del mondo. È il rapporto più ampio mai condotto sulla partecipazione al trail running, ed è stato realizzato in collaborazione con World Athletics.

Per ulteriori letture, dai un'occhiata a LO STATO DEL RUNNING NEL 2019 con World Athletics (WA) e The State of Ultra Running con l’Associazione Internazionale Ultrarunners (IAU).

trail-22
(Mouse sulla figura per ingrandirla) 

Conclusioni

  • Il trail running è cresciuto del 231% negli ultimi 10 anni.
  • Confrontando aprile 2020 con aprile 2019, la Covid-19 ha ridotto la partecipazione al trail running del 97%. 
  • Nonostante una forte rimonta nella partecipazione alle gare, il 2022 ha avuto il 15% in meno, di coloro che hanno terminano la gara, rispetto al 2019.
  • Le gare si stanno allungando rispetto a prima. La distanza di 5 km rappresentava il 75% di tutte le gare, ora rappresenta solo il 45%. Le gare di trail sono lunghe in media 24.63 km, ovvero il 140% in più rispetto alle gare su strada.
  • Il trail running è unico, rispetto alla corsa su strada, perché ha un'estrema variabilità delle distanze, mentre la corsa su strada è incentrata molto sui classici: 5 km, 10 km, ½ maratona e maratona.
  • Nelle gare stanno aumentando il numero di partecipanti. Nel 1984, il 72% di tutti i podisti terminarono una gara con meno di 500 iscritti. Oggi quel numero è solo del 12%.
  • Le gare di trail running hanno il 91% di partecipanti in meno per gara rispetto alle gare di corsa su strada; quindi, mentre i partecipanti stanno aumentando, le gare sono ancora meno partecipate delle gare su strada.
  • Negli ultimi 10 anni, le piccole gare (<500 partecipanti) sono cresciute del 629%, mentre le grandi gare sono cresciute, nello stesso periodo, del 5252%.
  • Le differenze di ritmo tra uomini e donne diminuiscono con l'aumentare della distanza e, per distanze superiori a 195 miglia, le donne sono effettivamente più veloci degli uomini.
  • I paesi più veloci del mondo sono i seguenti. 5 km: Spagna; 10 km: Slovacchia; ½ maratona: Portogallo; maratona: Svizzera.
  • I trail runners non sono mai stati più anziani con un'età media di 39.5 anni.
  • La partecipazione femminile è passata dal 13%, nel 1997, al 46% nel 2022.
  • Gli uomini sono generalmente attratti dalle distanze maggiori.
  • Tre paesi hanno più partecipanti donne che uomini (Canada, Nuova Zelanda, Argentina).

Metodologia e dati

  • Gli atleti d’élite sono stati esclusi. L'analisi riguarda i corridori amatoriali.
  • Sono state escluse le marce e le corse di “camminata/corsa per beneficenza”.
  • Sono state escluse le gare trail con elementi di corsa a ostacoli e altre gare non tradizionali.
  • La raccolta dei dati è stata effettuata in collaborazione con dozzine di partner, organizzatori di gare e organizzazioni di trail locali, nonché informazioni disponibili al pubblico.
  • Per alcune parti dell'indagine, ci concentriamo solo sugli ultimi anni, per i quali i dati sono più solidi. I dati dei primi anni devono essere interpretati con le pinze.
  • Il trail running è noto per le distanze non tradizionali. Abbiamo incluso qualsiasi distanza, comprese quelle superiori alla maratona.
  • Il database totale dei risultati delle gare è di 15.653.063 finalisti. Non abbiamo incluso i partecipanti alla gara che si sono ritirati.
  • I risultati della gara sono distribuiti su 116.947 gare in 127 paesi.
  • I dati dell'Europa occidentale e dell'America sono solidi, mentre i dati di altre regioni sono stati più difficili da reperire.
  • Le date sono comprese dal 1984 al 2022; tuttavia per i dati di analisi annuale, includiamo quelli fino al 2021 per ottenere un anno intero.

Tendenze di partecipazione al trail running 
Per ogni trail runner, ci sono 5.3 corridori su strada

Sebbene il trail running sia il fratello minore della corsa, la sua crescente popolarità non può essere trascurata e oggi il trail running rappresenta il 15.8% di tutte le gare terminate.

Negli ultimi 10 anni il trail running è cresciuto del 231% 
Come l’ultra-running, che si svolge più spesso in condizioni di trail, il trail running ha registrato una crescita enorme dal 1984.

Il grafico sottostante mostra la crescita dal 2001 (dati più attendibili).

Negli ultimi 20 anni, il trail running è cresciuto del 2394% e, utilizzando i dati più recenti del 2022, è cresciuto del 231% negli ultimi 10 anni.

trail-22
(Mouse sulla figura per ingrandirla) 

Covid-19 e trail running
Analizzando gli ultimi 8 anni e includendo i dati del 2022, vediamo che il trail running ha raggiunto il picco di interesse nel 2018 e nel 2019. Durante questi due anni, la crescita è stata del 30,8% e del 54,18% rispetto agli anni precedenti. La Covid-19 ha messo fine a tutto questo.

Nel 2020 il trail running è diminuito complessivamente del 77,4%, e del 97% ad aprile 2020 rispetto ad aprile 2019.

Nel 2021 si è ripreso, crescendo del 198%, ma partendo da una base molto più bassa. Non abbastanza per raggiungere i livelli del 2019.

Nel 2022 la crescita, rispetto al 2021, è stata superiore del 106%.

trail-22

Nel grafico sottostante, troverai la partecipazione mensile negli ultimi 4 anni.

  1. Linea nera = 2019 = regolare stagione di trail running. Cresce verso la primavera, stabile per tutta l'estate, picchi in autunno, poi bassi in inverno.
  2. Linea verde = 2020 = enorme calo da marzo quando la Covid-19 ha colpito.
  3. Linea rossa = 2021 = una stagione piuttosto stabile a livello globale nonostante sia molto inferiore alla stagione 2019.

Finora, il 2022 è del 106% superiore al 2021. Tuttavia, questo non è ancora sufficiente per recuperare il divario rispetto alla forte stagione del 2019. Rispetto al 2019, il 2022 è ancora indietro del 15%. Riteniamo che entro la fine del 2022 la partecipazione sarà tornata alla normalità.

trail-22

La distanza più popolare
La gara di trail di 5 km è di gran lunga la distanza più popolare nel trail running. Rappresenta il 17% dei finalisti della gara. La seconda distanza più popolare è la distanza di 10 km con il 9.4% di partecipazione.  

Cambiamento di popolarità delle distanze
Per ragioni di semplicità, questa analisi considera solo le 5 distanze più popolari nel trail running.

Nel 2000 oltre il 75% di tutte le gare erano gare di 5 km. Nei successivi 21 anni, questa tendenza è lentamente diminuita e, nel 2022, solo il 45% delle gare sono pari a 5 km.

La tendenza è chiara. Le gare di trail stanno diventando sempre più lunghe.

Inoltre, nel trail running, più persone completano distanze superiori alla maratona, rispetto alla distanza effettiva della maratona stessa. Questo è molto diverso dalla corsa su strada.

trail-22

Differenze nelle distanze di gara tra trail e corsa su strada
Mentre la 5k e la 10k sono le distanze più popolari, un aspetto che distingue il trail running dalla tradizionale corsa su strada è la grande variazione della distanza.

Nella tradizionale corsa su strada, la 5 km e la 10 km rappresentano il 51,5% di tutti i risultati di gara, mentre per il trail running rappresentano, assieme, solo il 26.4%.

Un'altra differenza è che nel trail running le distanze popolari sono generalmente più lunghe di quelle popolari nella corsa su strada. Guardando alle 10 più popolari distanze su strada, la distanza media è di 10,27 km, mentre per il trail running è di 24.63 km (+140% in più).

In proporzione, le grandi gare di trail stanno prendendo il sopravvento
Nel 1984, il 72% di tutti i podisti terminò una gara con meno di 500 partecipanti. Oggi, solo il 12% dei podisti termina una gara con meno di 500 partecipanti.

Naturalmente, quando uno sport si amplia, diventano possibili anche più partecipanti per gara.

trail-22

Tuttavia, questa tendenza è proporzionale; e mentre nel 2022 le grandi gare (N.d.r.: più partecipanti) rappresentano la maggior parte di coloro che la terminano, le piccole gare sono comunque cresciute enormemente.

Guardando agli ultimi 10 anni la crescita della partecipazione si presenta come segue:

  • Gare piccole: +629%
  • Gare grandi: +5252%

Il trail running è ancora significativamente più piccolo della corsa su strada.

I numeri nel 2018:

  • la corsa su strada ha avuto 7.90 milioni di partecipanti;
  • il trail running ha avuto 1.48 milioni di partecipanti.

È anche ovvio che con questa tendenza, il trail running avrà meno partecipanti per gara. Questo è (in parte) il bello del trail running: pochi partecipanti per gara.

Una gara di trail, in media, ha 133 partecipanti per gara nel corso degli anni, mentre le gare di corsa su strada hanno avuto, in media, 1541 partecipanti. Questo è il 1058% in più.

Guardando questo in proporzione al numero di partecipanti, è comunque chiaro che il trail running ha la classifica di tante gare con pochi partecipanti. Tuttavia, la tendenza si sta spostando verso gare più partecipate.

Analisi dei tempi finali negli eventi di trail running
Dal 2012, i trail runners sono diventati sempre più veloci. Questa è una sorpresa dato che, in precedenza, abbiamo mostrato come i corridori americani stiano diventando sempre più lenti.

Come quello che abbiamo trovato in The State of Ultra Running, la differenza di ritmo tra uomini e donne diminuisce all'aumentare della distanza.

In realtà abbiamo trovato che le donne:

  • nelle gare di 50 miglia sono più lente del 3.7%.
  • nelle gare di 100 miglia sono più lente dello 0.5%.
  • al di sopra delle 195 miglia sono lo 0.6% PIÙ VELOCI degli uomini.

Le nazioni di trail running più veloci del mondo
La sezione seguente esamina i tempi di arrivo alle distanze più popolari tra i corridori amatoriali.

I trail runners da 5 km più veloci al mondo
La Spagna si piazza prima a 27:02, seguita da Portogallo e Ungheria.

trail-22

I trail runners da 10 km più veloci al mondo
Per la classifica dei 10 km, la Slovacchia ha i corridori più veloci con un tempo medio finale di 57:39, solo 20 secondi più veloci dell'Islanda, che si piazza seconda.

trail-22

I trail runners di ½ maratona più veloci del mondo
Sulla distanza della mezza maratona, il Portogallo si piazza primo in 1:43:01.

trail-22


I trail runners più veloci del mondo
E nella classifica della maratona, vediamo ancora una volta la Svizzera al primo posto come nazione di trail running più veloce al mondo.

trail-22

Analisi del passo
Ciò che è interessante nell'analisi del passo è che, in generale, si suppone che correrai più lentamente con l'aumentare della distanza. Un velocista sui 100 metri è più veloce di un podista sulle 100 miglia.

Tuttavia, mentre questo è vero su base individuale, è invece diverso quando si guarda all'intera popolazione. I trail runners da 5 km, la distanza più breve che stiamo osservando, sono più lenti dei trail runners da 10 km, ½ maratona e maratona.

Anche se non lo sappiamo con certezza, ipotizziamo che la 5k sia adatta ai principianti e attragga molti nuovi corridori, il che di per sé è un ottimo aspetto.

Solo le distanze di 50k (e più lunghe) sono più lente, per alcuni gruppi di età, dei corridori di 5k.

trail-22

trail-22  

Di seguito troverai una tabella che dettaglia il ritmo di ciascuna distanza per fascia di età.

Passo femminile

Età 5 km 10 km ½ maratona Maratona 50 km
20 - 29 9:23 7:39 7:15 7:57 8:19
30 - 39 9:15 7:40 7:27 8:02 8:32
40 - 49 8:58 7:44 7:44 8:14 8:53
50 - 59 8:55 8:01 8:06 8:41 9:14
60 - 69 9:28 8:36 8:42 9:23 9:51
70+ 10:23 9:31 9:54 10:19 10:59



Passo maschile

Età 5 km 10 km ½ maratona Maratona 50 km
20 - 29 8:14 6:42 6:26 7:27 7:35
30 - 39 8:09 6:44 6:37 7:18 7:43
40 - 49 7:33 6:30 6:43 7:21 7:59
50 - 59 7:07 6:34 6:59 7:43 8:17
60 - 69 7:25 7:04 7:31 8:25 8:55
70+ 8:17 8:02 8:25 9:17 9:48

 

Quanti anni hanno i trail runners?
I trail runners stanno invecchiando.

Nel 2000 il trail runner aveva in media 37.7 anni.

Nel 2022 il trail runner ha in media 39.5 anni.

Il grafico sottostante mostra l'età dei trail runners per sesso. Come puoi vedere, gli uomini sono in genere più anziani delle donne.

trail-22

Rappresentanza femminile nel trail running
Nel 1997, solo il 13% di tutti i trail runners erano donne. Oggi le donne rappresentano il 46% (quasi la metà) di tutti i trail runners. E guardando le distanze inferiori ai 10k, ci sono più donne che uomini.

Gli uomini preferiscono le lunghe distanze, le donne preferiscono quelle brevi.

Gli uomini sono più attratti dalle distanze maggiori. C'è un taglio netto dalla ½ maratona alla maratona, dove vediamo un calo da circa il 47% a solo il 33% di partecipazione femminile.

trail-22

Paesi con maggiori o minori partecipanti donne in proporzione agli uomini
Canada, Argentina e Nuova Zelanda hanno più trail runners donne che uomini. Queste sono le uniche tre nazioni con più partecipanti femminili che maschili.

All'estremo opposto, il Marocco ha solo il 19.54% di rappresentanza femminile assieme a molti altri paesi con circa il 20% di partecipazione femminile (Giappone, India, Portogallo, Spagna).

Nella stessa Europa, è chiaro che più a sud si trova il paese, più il trail running è dominato dagli uomini.

trail-22


In quale clima si svolgono più gare di trail?
Temperato!

trail-22

Articolo correlato
LO STATO DEL RUNNING NEL 2019

Autore
running 2019 38Posted on 10 December 2022 by Jens Jakob Andersen
Jens Jakob è un fan delle brevi distanze con un PR sui 5K di 15:58 minuti. Basato su 35 milioni di risultati di gara, è tra lo 0.2% dei corridori più veloci. Jens Jakob quando era anche un corridore competitivo, possedeva un negozio di articoli sportivi da corsa. Il suo lavoro è regolarmente presente nel New York Times, nel Washington Post, nella BBC ed in riviste specializzate e alto profilo. Infine, è stato ospite su +30 podcast sulla corsa.



Tratto da: https://runrepeat.com/the-state-of-trail-running-2022


Il testo è presentato a titolo illustrativo sull’argomento. Non è assolutamente da intendersi come una qualunque tacita convalida del contenuto da parte nostra (non siamo in grado di esprimere giudizi qualificati in merito). Inoltre, si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.